Carcere di Varese, Astuti chiede attenzione dalla Regione

Il consigliere regionale del Pd ha fatto visita questa mattina alla casa circondariale presenterà un emendamento al bilancio regionale per sostenere la creazione dell’orto all’interno della struttura

samuele astiti carcere varese miogni

Il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti ha fatto visita questa mattina alla casa circondariale di Varese, accompagnato dalla direttrice Carla Santandrea e dal comandante delle guardie carcerarie. A seguito della visita annuncia che presenterà un emendamento al bilancio regionale, il cui assestamento si discute il 25 e 26 luglio, per sostenere la creazione dell’orto all’interno della struttura.

«Ho trovato una struttura bisognosa di interventi urgenti di manutenzione ordinaria e straordinaria ma ben condotta da un personale motivato, capace e disponibile, a partire dalla nuova direttrice Carla Santandrea – dichiara Astuti -. Gli educatori che operano all’interno della struttura svolgono un lavoro prezioso per il reinserimento nella società e nel mondo del lavoro dei reclusi, che ai Miogni rimangono per periodi relativamente brevi. Credo sia importante sostenere queste attività, a partire dall’orto interno al carcere, sempre come opportunità di formazione e di lavoro per i detenuti, per il quale la struttura ha predisposto un progetto. Chiederò, con un emendamento al bilancio, che la Regione stanzi le risorse necessarie a realizzarlo. Voglio anche lanciare un appello alle associazioni del territorio perché si propongano per realizzare progetti di formazione e di inclusione nella casa circondariale: è un’esperienza bella e importante che può aiutare persone che hanno sbagliato a integrarsi nel modo giusto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore