Scatta il trasferimento di Linate, Stato e territorio sono pronti

Riunione del Comitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, in vista dello spostamento dei voli previsto il 27 luglio, per tre mesi. Tra i punti, la gestione del traffico e la sicurezza delle procedure

comitato ordine e sicurezza

A Malpensa arrivano i voli di Linate (dal 27 luglio, per tre mesi) e anche gli apparati dello Stato fanno il punto: lunedì mattina si è riunito il Comitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, tenutasi nella mattinata odierna alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno senatore Stefano Candiani.

Alla riunione hanno partecipato i vertici territoriali delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco ed i rappresentanti delle specialità della Polizia di Stato ( Polizia di Frontiera, Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria), insieme al presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli e a tutti i sindaci dei territorio limitrofi al sedime aeroportuale.

“L’incontro fa seguito a numerose precedenti riunioni preparative tenutesi nei mesi scorsi nel corso delle quali sono state affrontate partitamente le varie problematiche di safety e security che saranno determinate dalla concentrazione aggiuntiva dei voli di Linate presso lo scalo varesino di Malpensa. Particolare attenzione è stata prestata anche ai riflessi viabilistici per coloro che si recheranno in aeroporto senza avvalersi dei mezzi di trasporto pubblico, rilevando che è previsto il potenziamento con 12.880 posti aggiuntivi per il servizio di trasporto ferroviario giornaliero dei treni Malpensa Express in partenza dalle Stazioni di Milano Centrale e di Milano Cadorna”.

comitato ordine e sicurezza

“Grazie all’incremento degli effettivi del Nucleo dei Vigili del Fuoco di stanza presso l’aeroporto di Malpensa, che permetterà di accrescere la gestione della procedure di emergenza e l’utilizzo in contemporanea delle due piste dello scalo, si conta di assicurare altresì la migliore operatività dei vettori aerei a vantaggio dei passeggeri.
Predisposizioni organizzative sono state altresì concordate per eventuali contingenti situazioni che richiedessero all’occorrenza ulteriori specifiche azioni coordinate di interventi”.

È previsto il potenziamento dei servizi di controllo del traffico, a cura della Polizia Stradale, con il concorso dell’Arma dei Carabinieri e delle Polizia Locali. «È confermato anche l’impiego di dieci agenti di Polizia Municipale di Milano in affiancamento al Comando di Ferno e Lonate» spiega Stefano Bellaria, sindaco di Somma Lombardo, Comune in cui ricade in particolare il Terminal 2 dello scalo. «Polizia e Carabinieri saranno impiegati anche per i controlli sul territorio, compresa la vigilanza su alcuni aspetti come i parcheggi esterni allo scalo».

Il sindaco Bellaria ha riciamato comunque la necessità di «affrontare temi strutturali», al di là della contingenza del periodo “Bridge”: «i temi ambientali, ma anche una carenza di infrastrutture che risale ancora al Piano d’Area e non ha ancora avuto risposta».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 15 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore