Lancia acido al vicino di casa, denunciata 82enne

La donna ha raggiunto il condomino al collo e torace. L'uomo è stato ricoverato al Niguarda nel reparto ustionati

Generico 2018

Una discussione che i carabinieri, se non fosse successo nulla, avrebbero catalogato come «futili motivi».

Invece il carico ce l’ha messo una donna di 82 anni, una delle due persone che stamattina alla fine di un litigio è accusata di aver lanciato dell’acido addosso al condomino col quale aveva da tempo frequenti battibecchi. Risultato: sirene dei carabinieri, sirene dell’ambulanza e una denuncia.

Siamo a Tradate, alle 7 di oggi, giovedì. L’anziana assieme ad un altro residente litigano e alla fine la donna – secondo la ricostruzione dei carabinieri – lancia un liquido usato come stura lavandini addosso all’uomo.

La vittima è stata soccorsa e trasportata all’ospedale Niguarda di Milano, al reparto specializzato nella cura delle ustioni. I militari hanno denunciato la donna per lesioni gravissime: la vittima del lancio di liquido corrosivo è stata raggiunta al torace, al collo e al braccio.

Hanno operato i carabinieri della tenenza di Tradate, compagnia di Saronno.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.