Minaccia di uccidere la moglie con l’accetta, arrestato dai carabinieri

Anni di maltrattamenti subiti dalla donna, ma anche dalla figlia 18enne, dalla madre e dal genero di un 54enne, trovato ubriaco e armato dai militari

Generico 2018

Una donna chiama i carabinieri e dice di essere barricata in casa, minacciata dal marito che vuole ucciderla.

I carabinieri della Compagnia di Gallarate sono intervenuti a Vergiate nella giornata di sabato 3 agosto. I militari, intervenuti in forza dalle Stazioni di Sesto Calende, Vergiate e da Gallarate sono entrati in casa della coppia ed hanno bloccato l’uomo.

Quest’ultimo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, armato di un’accetta e di un coltello da cucina, stava provando ad abbattere la porta della camera dove si era rifugiata la moglie. Dopo averlo immobilizzato, i militari hanno scoperto che all’interno della camera da letto si erano barricati, oltre alla consorte, anche la figlia di 18 anni, il genero e la madre dell’aggressore.

Le vittime hanno raccontato ai carabinieri che da anni erano costretti a subire minacce e maltrattamenti dal capofamiglia. Sulla porta i militari hanno riscontrato la presenza di 17 segni lasciati da una mannaia, sequestrata dagli inquirenti.

L’uomo, un indiano di 54 anni residente a Vergiate, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti contro familiari o conviventi e minaccia aggravata ed è stato portato in carcere a Busto Arsizio, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore