La giunta Alberio presenta il programma: temi pratici ed essenziali

Consiglieri e assessori della giunta hanno presentato le linee programmatiche, bocciate dai consiglieri di opposizione

Consiglio comunale di Gavirate

Potenziare la raccolta differenziata, il rispetto dell’ambiente e costruire più occasioni per giovani e categorie fragili. In consiglio comunale, la Giunta Alberio ha presentato i suoi piani di interventi del prossimo quinquennio. Un’agenda che non vuole essere “un libro dei sogni” ma mira ad affrontare “temi pratici  ed essenziali  concentrandosi sul possibile “ dando spazio alla creatività”.

I singoli assessori e consiglieri incaricati hanno espresso i principali interventi previsti.

PATRIMONIO COMUNALE
L’assessore Enrico Brunella ha parlato della realizzazione di una sala del commiato per i funerali laici ma anche di uno studio di fattibilità per realizzare dei camminamenti senza barriere architettoniche all’interno del cimitero.
Ha, poi, individuato alcune strutture che dovranno essere riqualificate come: la sede della canottieri ormai piccola per contenere il numero crescente di atleti, piuttosto che il bocciodromo o l’ex scuola di Voltorre che versa in condizioni di abbandono. Riqualificazione necessitano anche i bagni  e gli spogliatoi della palestra della scuola media così come di una parte della Villa Ponce de Leon sede degli uffici comunali.

CENTRO STORICO
L’assessore Brunella, pur sapendo di non poter intervenire su scelte dei singoli negozianti, crede nel valore del rilancio della zona con iniziative mirate e di abbellimento, così come ritiene che agevolazioni potrebbero essere efficaci nel rilancio del commercio con l’apertura di nuovi esercizi.  Quanto al decoro, Brunella prevede il rifacimento dei marciapiedi di via Cavallotti così come la costruzione di un “muretto dello sportivo” in via Garibaldi come memoria storica di quanti  hanno compiuto imprese in campo sportivo.

AMBIENTE
Il consigliere Bregonzio ha annunciato lo studio del potenziamento della raccolta del verde con un aumento del tempo del periodo di raccolta da aprile sino a ottobre, ma anche il raddoppio della raccolta di carta e cartone che diventerebbe settimanale e la novità, dal prossimo anno, della raccolta di olio usato a fini domestici con un sistema premiante per chi aderisce.  Tra le idee in cantiere anche la collocazione di compattatori di plastica dove l’abbandono è più frequente, se si troveranno soluzioni a costo 0. Non mancano proposte per la mobilità in special modo per auto e bici elettriche con la collocazione di colonnine di ricarica nei luoghi di maggior passaggio.

FRAZIONI
Il consigliere Menacorde ha annunciato, sulla base anche del PGT, la riqualificazione del lungo lago a Groppello e a Voltorre, la realizzazione di un parcheggio pubblico in via dei Fiori e il completamento della viabilità pedonale ad Armino con nuovi marciapiedi in via Leopardi e via Case Nuove. Allo studio anche una casetta dell’acqua a Voltorre

SERVIZI SOCIALI
L’assessore Bianchi ritiene che il difficile contesto storico richieda potenziamento della collaborazione tra aziende del territorio e i servizi di Informagiovani/Informalavoro mentre, sul fronte della peer education si prevede la prosecuzione con implementazione del progetto “educatore di strada”. Tra le novità allo studio quella degli “orti terapeutici” con il reperimento di terreni a disposizione di anziani o, malati di Alzheimer. L’opera più pressante, però, rimane quello del Polo sanitario da realizzare nella sede dell’ex pretura.

SICUREZZA
Il vicesindaco Parola ha parlato soprattutto di viabilità come quella lungo la SP1 con cui c’è un confronto con la Provincia per estendere il limite dei 70 chilometri anche tra la via Monte Rosa e la Via Campo dei Fiori. È allo studio anche una strada di collegamento in viale Ticino con la SP50. Da realizzare, l’illuminazione dei passaggi pedonali nelle zone più rischiose come all’ingresso di Gavirate e, in particolare, in via Mazza e in via Lago ma anche il rifacimento dell’illuminazione pubblica passando alla tecnologia led. La sicurezza prosegue con il controllo di vicinato ma anche con incontri periodici tra la popolazione e le forze dell’ordine. In agenda anche il posizionamento di defibrillatori nei parchi del comune. Importante sarà infine la realizzazione di bagni e spogliatoi al Parco 5 Piante che si è dimostrato area strategica per iniziative in emergenza legate al Parco del campo dei Fiori

SCUOLA
La consigliera Di Gioia prevede soprattutto azioni in continuità sui progetti legati alla legalità, al cyberbullismo ma anche la sensibilizzazione sull’uso dei dati personali sempre più al centro dei nuovi media.  Sul fronte culturale, invece, si parla di proseguire nella realizzazione di una pinacoteca a cielo aperto dopo la positiva collaborazione con Ravo Mattoni e la realizzazione di un calendario in vista dell’anniversario di Gianni Rodari.

Un programma che alle opposizioni è sembrato un po’ scarno e senza guizzi sia per incisività sia per urgenza delle tematiche come l’accenno all’accoglienza rimarcato dal consigliere Zocchi e rigettato dal sindaco Alberio : «Noi abbiamo adottato il modello di accoglienza che il comune era in grado di offrire. Non ci sarà mai uno SPRAR su questo territorio. I 9 migranti arrivati qui oggi hanno un titolo di studio e quasi tutti hanno ottenuto un lavoro per mantenersi. Questa è l’unica integrazione che siamo in grado di offrire concretamente».

Anche il capogruppo Beccari ha criticato apertamente l’eccessivo affidamento al Consorzio destinato a risanare il lago e, in particolare, all’efficienza della società Alfa che dovrà sdoppiare le fognature. Anche in questo caso, il sindaco ha ricordato l’accordo quadro di programma, i fondi stanziati e il cronoprogramma deciso e approvato da tutti.

Alla fine, il programma è stato approvato dalla maggioranza con i tre voti contrari dell’opposizione. Un risultato che lo stesso Beccari ha sottolineato con rammarico per la mancanza di condivisione degli obiettivi annunciati. Un clima che era già surriscaldato da un diverbio tra lui e il sindaco sulla possibilità di accesso agli atti da parte dei consiglieri: « Un’ora in un solo giorno non sono assolutamente sufficienti – ha rimarcato Beccari- comprendiamo le esigenze del personale del Comune ma abbiamo anche noi diritti da rivendicare. La limitazione in questione è sproporzionata e irragionevole in quanto limita di fatto lo svolgimento del mandato istituzionale del consigliere comunale» ha denunciato Beccari che ha scritto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per denunciare la limitazione.

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 12 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore