Serataccia Openjobmetis: ansia per Mayo e sconfitta con Cantù

Il play si fa male a un ginocchio negli ultimi minuti della partita giocata a Parma: lunedì gli accertamenti. Il match vinto dai brianzoli con una tripla a 2" dalla fine

Amichevole a Bormio: Openjobmetis - Efes 66-77

Finisce nel peggiore dei modi il “Memorial Bertolazzi” di Parma per la Pallacanestro Varese: la squadra di Caja perde infatti allo scadere il derby con Cantù valido come finale per il terzo posto della manifestazione emiliana e deve fare i conti con un nuovo infortunio, occorso questa volta al playmaker titolare Josh Mayo.

A pochi minuti dalla conclusione della partita infatti, l’esperto regista americano è rimasto coinvolto in uno scontro fortuito di gioco e ha “girato” un ginocchio finito sotto il peso di un avversario. Mayo si è innanzitutto molto spaventato ed è stato costretto a uscire per la botta ed è subito stato preso in consegna dallo staff medico biancorosso che nella giornata di lunedì condurrà gli accertamenti del caso.

La preoccupazione però è palpabile: Mayo non è solo il play del quintetto base ma è anche uomo di grande esperienza in campo e di leadership riconosciuta dai compagni sul parquet. Del resto è stato scelto proprio per queste caratteristiche: se l’infortunio si rivelasse serio, Varese si ritroverebbe senza una pedina chiave del proprio schieramento a meno di tre settimane dall’inizio del campionato. E ben sappiamo quanto è importante, per il sistema di Caja, lavorare a lungo e in modo collettivo per assimilare schemi, giochi, aiuti e via dicendo. Lunedì in serata, quindi sapremo qualcosa di più.

Per quanto riguarda invece la partita, Varese ha dovuto lasciare il successo agli eterni rivali a 2″ dalla fine, quando il play brianzolo Collins ha infilato – si era sulla situazione di pareggio – la tripla che ha fissato il risultato sul 77-74 per l’Acqua San Bernardo: Vene ha poi provato il tiro della disperazione per mandare il match ai supplementari ma la sua “preghiera” non è stata esaudita.

La Openjobmetis ha perso il derby dopo l’intervallo, mostrando di nuovo la corda come era accaduto sabato contro Brescia: la squadra di Caja è di nuovo partita bene con addirittura un 15-2 di parziale iniziale. Il botta e risposta tra Pecchia e Ferrero ha anticipato la prima sirena con Varese avanti di 6, punteggio rimasto pressoché invariato nel secondo quarto (36-31). Poi però la stanchezza si è fatta sentire: Varese stavolta ha continuato a fare canestro ma ha anche subito troppo dai canturini che sono passati a condurre nonostante i centri di Jakovics (12 punti, tutti dall’arco: buona prova per il nuovo arrivato), Tambone e Vene.
Nel quarto conclusivo la San Bernardo ha provato a staccare i biancorossi che hanno reagito con Natali e con l’ultima fiammata di Mayo oltre che con Tambone, poi però il play USA è finito a terra e uscito a braccia mentre dalla parte opposta Collins ha giocato il jolly che è valso la partita. Una gara, ovviamente, estiva e da prendere ancora con le molle, però Cantù è considerata una delle possibili pericolanti e finire KO con essa non è certo il miglior viatico in questo momento.

OPENJOBMETIS VARESE – S.BERNARDO CANTÙ 74-77
(21-15, 36-31; 55-56)

VARESE: Peak 5, Tepic, Jakovičs 12, De Vita, Natali 6, Vene 6, Simmons 10, Mayo 16, Tambone 11, Naldini, Gandini 3, Ferrero 5. All. Caja.
CANTÙ: Di Giuliomaria, Collins 17, Procida 5, La Torre 3, Hayes 2, Wilson 12, Burnell 9, Baparapè, Simioni, Rodriguez 12, Pecchia 17. All. Pancotto.

Passo indietro Openjobmetis che cede a Brescia nel torneo di Parma

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore