“Squadra nuova e giovane, ma puntiamo ai primi quattro posti”

Presentazione della rinnovata Banco Bpm Sport Management. Il presidente Tosi: «Riparte un ciclo nuovo e ambizioso nel medio termine». Averaimo, ds biancorosso: «Campionato più difficile, ma daremo fastidio a molte»

Dopo l’exploit dell’anno scorso – partecipazione alle Final Eight di Champions e terzo posto in Italia – la Banco BPM Sport Management Busto Arsizio è pronta a ricominciare la propria avventura sportiva con un progetto nuovo, ambizioso e soprattutto incentrato sui giovani e con la voglia di cucire un stretto rapporto con la città.

Galleria fotografica

Presentazione Pallanuoto Banco BPM Sport Management 2019 4 di 6

Al concessionario “Paglini” di Castellanza i neo-biancorossi presentano un roster rinnovato, che ha perso pezzi importanti ma che come dice il direttore sportivo Gianni Averaimo «punta a mettere i bastoni tra le ruote almeno alle prime quattro, con l’obiettivo di entrare tra queste. Il campionato si è leggermente rinforzato, saprà dare le giuste motivazioni sia ai veterani che ai giovani che hanno voglia di ribalta e troveranno una vetrina importante». Una squadra che comunque può vantarsi di due freschi campioni del mondo (Vincenzo Dolce e Gianmarco Nicosia, recentemente ricevuti anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella) e due vincitori delle Universiadi (Lorenzo Bruni e Jacopo Alesiani), giocatori che – con altri big come Damonte, Mirarchi e Valentino – formeranno il nucleo dei titolari e daranno una mano per far maturare le forze più giovani.

«Un anno fa – dichiara il presidente Sergio Tosi – ci dicevamo che era l’inizio di un ciclo: con un grande lavoro della squadra e dello staff abbiamo superato le aspettative e bruciato le tappe grazie alla valorizzazione dei giovani. Abbiamo sofferto alcuni addii (il “professore” non risparmia qualche stoccata polemica, senza però citare le altre squadre ndr), ma adesso ricominciamo con lo stesso spirito, e, con pazienza: puntiamo a tornare in Champions League dove la stagione passata abbiamo conseguito grandi risultati e alla quale quest’anno abbiamo rinunciato. Ringrazio calorosamente lo sponsor Paglini e il Comune di Busto Arsizio, con i quali consolidiamo un rapporto di accoglienza che si deve adesso occupare di far affezionare alla pallanuoto un pubblico degno di questa squadra». Presentazione Pallanuoto Banco BPM Sport Management 2019

A fare le presentazioni della compagine ci pensa l’allenatore Marco Baldineti: «Ripartiamo con entusiasmo: abbiamo una base di 8/9 giocatori già ben rodati, ma con l’avvento delle nuove regole è necessario avere una panchina lunga. In questa ottica rientrano infatti i giovani che prima potranno darci una mano per ritagliarsi pian piano un ruolo da protagonisti». Oltre a Dolce e Nicosia, i punti fermi sono quelli dei veterani Giuseppe Valentino, Luca Damonte (tagliato all’ultimo dal CT Campagna prima di partire per la vittoriosa spedizione coreana), Giacomo Casasola e il nuovo capitano Cristiano Mirarchi. Presenti in rappresentanza del Comune di Busto i due assessori Laura Rogora e Gigi Farioli. «Sono onorata come assessore – dichiara Rogora – di avere una squadra che porta in alto i colori della città. Vedo tra di voi campioni del mondo seduti accanto a giovani ragazzi: quest’immagine mi dà speranza e conferma anche il grande lavoro umano che sta dietro alla costruzione della squadra». Farioli invece, oltre ad augurare il meglio ai Mastini per l’inizio del campionato, ricorda che «la Busto Pallanuoto si inserisce in un contesto che ha fame di sport, vuole far crescere nelle sue strutture giovani locali e merita sicuramente molta più attenzione. Proveremo inoltre ad aprire un ponte tra le scuole e la squadra così da far appassionare fin da subito potenziali campioni».

di
Pubblicato il 16 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Presentazione Pallanuoto Banco BPM Sport Management 2019 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore