Tornano al lavoro per fare il bene i dipendenti di Timberland e North Face

Proseguiranno fino al 13 settembre i “VF Purpose Days” , volontariato aziendale per i dipendenti della multinazionale dell'abbigliamento svizzera VF Corporation

Volontariato al canile di Varese

Sono cominciati questa mattina al canile di Varese e proseguiranno fino al 13 settembre i “VF Purpose Days” , una settimana all’insegna del volontariato aziendale che permette di dedicare una giornata al supporto della comunità locale a oltre 500 dipendenti della multinazionale VF Corporation, fra le più grandi realtà al mondo nel settore abbigliamento, calzature e accessori nell’outdoor, active-lifestyle e workwear, con un portafoglio di marchi famosissimi tra cui Vans, The North Face e Timberland.

Galleria fotografica

Volontariato al canile di Varese 4 di 9

I dipendenti di VF saranno coinvolti in alcuni progetti di riqualificazione del territorio grazie alla collaborazione con alcune organizzazioni locali: Centro GulliverLega nazionale per la Difesa del Cane e Municipalità di Rodero.

Le giornate di volontariato, che vedranno iniziative anche a Milano, Como nel Canton Ticino e in altre 6 nazioni, vedono l’attivazione complessiva di oltre 25 progetti e il coinvolgimento di oltre 20 organizzazioni tra enti no-profit e municipalità locali.

«Le giornate di volontariato aziendale sono un’iniziativa che la nostra azienda promuove da diversi anni in tutta Europa. A partire dal 2014, le ore di volontariato effettuate in Europa dai nostri dipendenti sono state più di 20.000. Siamo orgogliosi di poter rinnovare anche quest’anno il nostro sostegno alle associazioni che operano nel territorio in cui viviamo e lavoriamo.- commenta Anna Maria Rugarli, Senior Director, Sustainability and Corporate Social Responsibility EMEA – Quest’anno, per la prima volta, le iniziative si svolgono in contemporanea in Italia, Svizzera, Regno Unito, Belgio, Russia, Francia e Turchia e, a seguire, in Spagna. La conferma di una missione condivisa a livello internazionale a essere non solo motore economico per il territorio, ma sostenitori di iniziative a vocazione sociale».

«Il rapporto con VF dura ormai da parecchi anni, – racconta Don Michele Barban, Presidente del Centro Gulliver, uno dei punti di riferimento del progetto  – la presenza dei volontari VF nelle nostre strutture è diventata un valore aggiunto reale. Occasioni come queste sono in grado di generare un impatto che non si esaurisce con le ore di lavoro, ma che dà i suoi frutti nel tempo. Vediamo i nostri ospiti che lavorano accanto ai dipendenti delle aziende: attraverso la relazione tra di loro e con la realtà esterna sperimentano inclusione e si  misurano. È un banco di prova verso quel reinserimento sociale e lavorativo, vero obiettivo dei nostri percorsi terapeutici di cura».

Il Canile di Varese, riconosciuta realtà sul territorio, è gestito dalla Lega nazionale per la Difesa del Cane e ospita ad oggi circa cinquanta cani. Il canile ha costantemente bisogno di supporto per migliorare l’accoglienza degli animali: è così che i dipendenti VF sono intervenuti, in apertura delle loro giornate a Varese, per rinnovare l’area giochi e per aiutare ad arginare il corso del fiume accanto, con l’obiettivo di ridurre il rischio di straripamento. Inoltre, saranno assemblate panchine in plastica riciclata per poi essere successivamente posizionate all’interno di un parco che favorirà l’interazione tra famiglie e cani. 

Volontariato al canile di Varese

«È per noi un onore essere stati scelti di nuovo da VF – spiega Alessandra Calafà, Presidente Lega del Cane sezione Varese – La loro attenzione ai nostri progetti è per noi molto importante per due ragioni: da una parte, ci dimostra che stiamo andando nella giusta direzione per la costruzione di una diversa concezione di Canile, visto come spazio educativo e di condivisione. Dall’altra, è un sostegno prezioso per migliorare la struttura in cui i nostri cani sono ospitati e di conseguenza la qualità del tempo che devono trascorrervi in attesa di adozione».

I dipendenti VF opereranno anche nel Parco Valle del Lanza, area protetta di 850 ettari situata tra le province di Como e Varese. Tra aree boschive e suggestive caverne, i volontari risaneranno un vecchio sentiero in prossimità del confine elvetico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Volontariato al canile di Varese 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore