La vacanza sul Ceresio in vetrina a iViaggiatori

Presentata, all'Infopoint della Camera di Commercio, la partecipazione dell'Autorità di Bacino lacuale Ceresio, Piano e Ghirla alla Fiera delle vacanze di Lugano, dall'1 al 3 novembre

Lago Ceresio - foto di Luca Leone

La vacanza sui laghi piace sempre di più. Lo dicono i dati e lo confermano le tendenze per il futuro, sia a livello provinciale che regionale. In un’ottica di promozione territoriale, l’Autorità di Bacino lacuale Ceresio, Piano e Ghirla sarà a Lugano per iViaggiatori Fiera delle vacanze, dall’1 al 3 novembre.

Una presenza che conferma l’impegno dell’ente a sostegno del turismo in tutta l’area del Lago di Lugano: «L’Autorità di bacino, nata per gestire il demanio, oltre ad aver investito in modo massiccio sul territorio (più di due milioni di euro in pochi anni) ha ampliato nel tempo le sue attività – ha spiegato il sindaco di Lavena Ponte Tresa, Massimo Mastromarino -. Il turismo è tra i temi di maggiore interesse in quanto veicolo per valorizzare il lago nel suo complesso. Il Ceresio (foto in alto di Luca Leone) e i territori della Comunità montana offrono diverse possibilità per i visitatori che vanno dalla navigazione, alle attrattività dei comuni rivieraschi, fino ai sentieri nelle valli».

«Il Ceresio è forse il meno conosciuto tra i grandi laghi dell’area Insubrica – ha aggiunto il sindaco di Porto Ceresio, Jenny Santi -. Il nostro impegno è volto a farne conoscere le bellezze e potenzialità, che sicuramente non mancano».

Per il territorio la fiera luganese sarà una vetrina importante: l’evento è in programma dall’1 al 3 novembre al Centro espositivo di Lugano e sono previste più di 10mila presenze provenienti non solo dalla Svizzera, ma anche dall’estero. Per tre giorni la città di Lugano proporrà un programma di appuntamenti e di incontri per scoprire il mondo, usanze e tradizioni, oltre che una sperimentazione sensoriale attraverso le degustazioni che conducono alla scoperta di luoghi, popoli e culture.

La partecipazione a iViaggiatori è stata presentata questa mattina al nuovo Infopoint della Camera di Commercio che, come ha ricordato il dirigente Anna Deligios, presentando gli ultimi e positivi dati del settore «sta investendo notevolmente sul turismo con progetti specifici che hanno restituito risultati importanti come quello della Varese Sport Commission».

Generico 2018

I dati della fiera:
I settori presenti in fiera:
 al primo posto gli alberghi con oltre 2 mila imprese in regione su 27 mila in Italia, stabili in cinque anni (+1% in regione e -0,8% in Italia), quasi raggiunti dai bed & breakfast con quasi 2 mila attività su 25 mila in Italia, +85% e + 68% in cinque anni, infine i 181 campeggi della regione su 1.893 nazionali, +5% e + 6%.

Forte presenza di donne e giovani: Un settore femminile, in cui le donne pesano il 33% in Lombardia e il 35% in Italia. Forte la presenza giovanile con l’8% di tutte le imprese mentre gli stranieri controllano il 7% in regione e il 6% in Italia.

Il settore in Lombardia: Milano è prima con 1.401 imprese, +7% in un anno e +40% in cinque anni, 22 mila addetti e un giro d’affari annuo da 2,4 miliardi. Vengono poi Brescia con 870 imprese (+14% in cinque anni) e 8 mila addetti, Sondrio con 685 imprese, +30% in cinque anni e oltre 3 mila addetti, Bergamo e Como con quasi 400 imprese e oltre 2 mila addetti, entrambe con una crescita superiore al 20% in cinque anni.

«Ritengo fondamentale la presenza dell’Autorità di Bacino a questo evento in quanto non sempre la destinazione di per sé è in grado di interessare l’opinione pubblica – spiega il Vice Presidente con delega al turismo, Giovanni Bernasconi -, sono convinto infatti che sia la partecipazione a cambiare le cose e non la distanza. La Fiera è inoltre un importante marketplace per la promozione del prodotto Italia nel mondo. Noi, attraverso la nostra vetrina, dobbiamo essere dei messaggeri di buone idee, dobbiamo stimolare la curiosità e dobbiamo far “toccare con mano” la realtà in cui viviamo, incuriosire e farci portatori di messaggi turistici unici. Il visitatore deve incontrare delle idee, dei professionisti che stimolino e diano indicazioni, delle vere visioni strategiche efficaci e di lungo periodo».

La “primavera d’oro” del turismo in provincia

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore