La presidente di Sea Michaela Castelli in visita al Maga

Michaela Castelli oggi ha voluto toccare con mano l'importante realtà gallaratese e ha confermato la sinergia tra istituzioni

Generico 2018

Confermare la collaborazione con il museo di Gallarate e allargarla a nuovi progetti mirati. Ma non solo: Sea quest’anno contribuirà alla realizzazione degli addobbi natalizi.

La visita di oggi al Maga del presidente della Sea, Michaela Castelli, è servita a consolidare il rapporto che lega Sea ormai da anni alla sede museale di via De Magri: da quando Giuseppe Bonomi, presidente all’epoca dell’incendio, diede un contributo per la ricostruzione, allargandolo però alla realizzazione di eventi di carattere culturale e artistico in grado di rilanciare l’ex Gam. 

Michaela Castelli oggi ha voluto toccare con mano «questa importante realtà gallaratese», restando favorevolmente colpita «dalla vivacità culturale del museo Maga», spiegano dall’ufficio stampa del Comune di Gallarate. 

Ad accogliere la delegazione di Sea, composta anche da Maurizio Baruffi (responsabile delle relazioni istituzionali) e da Luciano Bolzoni (responsabile art and cultural project), c’erano il sindaco Andrea Cassani e l’assessore ai Musei Claudia Maria Mazzetti. Oltre a loro, il presidente del Ma*Ga Sandrina Bandera e la direttrice Emma Zanella.

«Ci siamo trovati d’accordo – spiega Mazzetti – sulla volontà di proseguire lungo la strada che ha portato eccellenti risultati da entrambe le parti, che vanno oltre i contributi economici, comunque importanti. Mi riferisco in particolare alle esposizioni di opere del nostro museo in aeroporto, nelle sale vip e nello spazio “cuscinetto” tra l’aerostazione e la stazione ferroviaria. Un’opportunità per rendere più accogliente lo scalo agli occhi dei passeggeri e per il Maga di avere una importante vetrina internazionale». 

L’esponente della giunta Cassani ha colto l’occasione per gettare la basi per altre collaborazioni future su progetti mirati e per mettere nero su bianco una inedita sponsorizzazione: «Quest’anno Sea darà un contributo per le luminarie del centro storico. Un modo di essere presenti in una città che, non dimentichiamolo, “fornisce” il maggior numero di lavoratori all’aeroporto».    

La presidente Bandera, da parte sua, conferma l’interesse mostrato da Michaela Castelli, «particolarmente sensibile all’arte come servizio sociale ed espressione della cultura contemporanea». «La nostra illustre ospite – prosegue la numero uno del Maga – ha anche particolarmente apprezzato gli ambienti del museo, la qualità degli spazi coerenti per dimensione e illuminazione e soprattutto le mostre e la collezione permanente ricca di storia e di cultura». 

Non è infine passata inosservata «l’apertura ai giovani che qui trovano un ambiente favorevole allo studio, alla relazione, all’incontro». Partendo dall’ottima frequentazione della sala studio, la giunta comunale di Gallarate ha infatti anche in programma di trasferire qui la biblioteca civica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore