Pigia per sbaglio il bottone dell’allarme, autista di portatabacchi circondato dai carabinieri

L'autotrasportatore non si era accorto di aver avviato la procedura utilizzata in caso di rapine a mezzi con carichi di valore. L'allarme era collegato con i Carabinieri

carabinieri busto arsizio posto di blocco

Pigia per sbaglio (e senza nemmeno accorgersene) il bottone dell’allarme rapina e improvvisamente si ritrova circondato da pattuglie dei carabinieri con mitra spianati e giubbotti antiproiettile che lo fanno scendere dal camion (foto di repertorio). La poco piacevole avventura di un autotrasportatore di tabacchi è finita bene questa mattina (venerdì) a Saronno, ma lo spavento se l’è preso.

L’uomo, mentre era alla guida di un furgone che trasporta prodotti a base di tabacco, ha inavvertitamente toccato col ginocchio il sistema di allarme satellitare collegato con le forze dell’ordine e subito è scattato il dispositivo che viene messo in atto in questi casi.

Dal comando compagnia dei Carabinieri di Saronno sono partite diverse gazzelle a sirene spiegate con l’obiettivo di fermare una rapina ad un furgone carico di tabacchi. Quando i militari hanno individuato il mezzo con a bordo l’ignaro autista, lo hanno abbordato fino a fermarlo sul ciglio della strada, hanno intimato alla persona al volante di scendere convinti che si trattasse di un componente della banda di rapinatori in fuga col carico, lo hanno fatto stendere a terra e solo in quel momento hanno capito che non si trattava di un malvivente.

Chiarito l’equivoco il lavoratore è tornato a consegnare sigarette mentre i militari sono tornati in caserma. Tutto sommato per loro si è trattato di un’esercitazione molto realistica.

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore