Sfregio in centro, resta in carcere il fermato

Riserva sciolta dal gip: rimane ai Miogni il cinquantenne accusato di aver aggredito la ragazzina

procura varese

La riserva è stata sciolta ieri, venerdì 18 ottobre dal giudice per le indagini preliminari di Varese per il caso dell’uomo fermato con l’accusa di tentato omicidio ai danni della quindicenne.

La ragazzina sfregiata al volto e colpita con un secondo fendente al braccio e diretto probabilmente al collo era stata trasportata in ospedale domenica mattina da un’ambulanza intervenuta in corso Matteotti nell’immediatezza dei fatti.

Ma dell’aggressore nessuna traccia: solo dopo serrate indagini da parte della squadra mobile della questura è stato possibile risalire all’identità che ha portato al fermo, martedì scorso.

Dunque l’uomo, cinquant’anni di Varese con precedenti penali per aggressione e problemi psichici rimarrà ai Miogni in attesa di giudizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mas

    Si spera vivamente che questo emerito delinquente in carcere ci rimanga molto a lungo !!!

Segnala Errore