L’Alveare compie un anno: mille iscritti per il gruppo di acquisto

Grande Aperitivo con degustazioni gratuite per il 4 Dicembre. La responsabile Marina: "Una città molto attiva che risponde bene alla solidarietà"

Alveare Saronno

Il Gruppo d’Acquisto 2.0, così amano chiamarsi quelli de “L’Alveare che dice sì”, è arrivato anche a Saronno da poco più di un anno e già conta ben mille iscritti. È un progetto che ha origine in Francia nel 2011 e che ora è diventato un network europeo che coinvolge più di 2 milioni di persone. In Italia sono già sorti oltre 200 Alveari su tutto il territorio nazionale. La rete italiana conta più di 135.000 utenti e 2.000 produttori iscritti alla piattaforma.

Come funziona? Chi desidera fare la spesa dai piccoli produttori e dalle aziende agricole del territorio, si registra su www.alvearechedicesi.it e sceglie l’Alveare più vicino.
Ogni Alveare predispone settimanalmente un catalogo di prodotti offerti dalle aziende agricole della zona (frutta e verdura di stagione, carne, formaggi, uova, miele, pane e molto altro), da cui è possibile effettuare un ordine online, prenotando ciò che si desidera.
La “Distribuzione” è il momento in cui avviene l’incontro tra produttori e iscritti e in cui gli ordini vengono consegnati. Il momento di ritiro della spesa si trasforma così in un’occasione di relazione, contatto diretto e spunto di convivialità dove i produttori possono far conoscere il loro lavoro e la loro realtà.

L’organizzazione del catalogo, il rapporto con gli iscritti e con i produttori è a carico del Gestore, ovvero colui che ha scelto di aprire l’Alveare e che ne coordina l’attività. Qui a Saronno è Marina, mamma e libera professionista, che ha deciso di dedicarsi a questo progetto anche perché ne sposa la filosofia: “Cercavo un modo per fare una spesa che potesse essere più “etica”, più green e più salutare per la mia famiglia, rispetto a quanto si può trovare nella maggior parte dei supermercati al giorno d’oggi”, sottolinea. “In questo anno ho imparato tante cose, a mangiare in modo più consapevole, a conoscere la stagionalità dei prodotti e a condividere le storie di passione e fatica dei piccoli produttori. Ognuno ha qualcosa da raccontare, un campo di cui conosciamo poco, ma che racchiude storie davvero interessanti, che mi piace raccontare tramite i video che faccio.

A volte mi dicono che i prezzi dei prodotti dell’Alveare sono “alti”. Quello che in questi mesi ho imparato è che bisogna piuttosto chiedersi come sia possibile che in giro si riesca a comprare cibo, magari proveniente dall’altra parte del pianeta, a prezzi COSI’ bassi. Il valore non si crea dal nulla, se consideriamo anche tutti gli intermediari della filiera del cibo, il conto è presto fatto. Da qualche parte qualcuno ci sta rimettendo: cosa sto davvero mettendo in tavola? Un prodotto di che qualità? E chi, magari a migliaia di kilometri da noi, è stato sfruttato per produrre ad un prezzo irrisorio quel cibo? Oppure, quali metodi industriali/chimici vengono usati per garantire ad una pianta di essere venduta anche al di fuori della propria stagione?

Insomma, non è semplice da far passare questo concetto (e i conti a fine mese li dobbiamo fare tutti), ma mi sto rendendo davvero conto che conoscere personalmente e poter guardare negli occhi il contadino che mi vende le verdure o l’allevatore che mi porta la carne, dà un’altra garanzia a ciò che metto in tavola. E devo dire che anche il sapore ci guadagna!”.


L’Alveare di Saronno è ormai una realtà affermata, i suoi 1.000 iscritti, una media di circa 60 ordini settimanali, si distingue ad oggi come uno dei più performanti dell’intera rete nazionale (pur essendo attivo da solo un anno)! Segno che ai saronnesi l’idea piace, evidentemente che c’è una sensibilità profonda a questo genere di tematiche da parte di tutta la cittadinanza.

“Per la festa di compleanno organizzata durante la distribuzione del 4 Dicembre”, continua Marina, “ho coinvolto Desy ed Erika, due mamme che si sono inventate un bel progetto, la “Stoviglioteca dell’Amicizia”. Utilizzeremo infatti i piatti che ci metteranno a disposizione gratuitamente e grazie ai quali non dovremo ricorrere a plastica usa e getta. Mi piace far nascere sinergie, trovare attori sul territorio che si muovono bene (commerciali e non) e dare loro visibilità (per esempio creo convenzioni per gli iscritti con alcune attività commerciali, oppure intervisto realtà territoriali che ritengo meritevoli, come il sig. Vittorio, a cui ho fatto una bella video intervista mentre ci raccontava la storia del Cinema Silvio Pellico di Saronno, di cui lui è gestore).

Per i regali di Natale sto coinvolgendo la cooperativa CLS di Saronno, da cui potremo comprare dei bellissimi cestini di cartone, dotati di nastro e paglia di carta (tutto green!), per poter impacchettare i prodotti dell’Alveare e fare dei regali utili e gustosi. Sono inoltre in contatto con la Cooperativa il Granello, altra importante realtà da poco arrivata nella nostra città con la sua nuova sede, che dà lavoro e bellissime iniziative artistiche a persone con disabilità (sono quelli che hanno inscenato il musical Grease quest’estate in piazza!) e sto cercando di collaborare anche con la Croce Rossa, per un progetto che potrebbe essere molto interessante.”

Insomma, sinergie a 360°, per migliorare la città e dare visibilità a realtà meritevoli. Chiunque voglia conoscere più da vicino questo progetto, assaggiare di tutto un po’ o anche solo passare una serata diversa, può andare mercoledì 4 Dicembre, presso il Bar del Palaexbo in via Piave 1 (dove c’è la pista di pattinaggio sul ghiaccio) e toccare con mano la qualità dei prodotti venduti tramite Alveare, nonché scambiare due chiacchiere con i ben 19 diversi produttori ospitati in quell’occasione.
L’ingresso è libero e aperto a tutti!

Durante l’Aperitivo ci sarà inoltre un “rito” ormai consolidato per le feste dell’Alveare di Saronno: una speciale Lotteria con in palio dei cesti di prodotti regalati dalle aziende agricole che partecipano al progetto!
L’estrazione avverrà tra tutti quelli che, entro lunedì 2 Dicembre, avranno effettuato una spesa su www.alvearedisaronno.it. Non è necessaria la prenotazione, per ogni informazione potete chiedere direttamente a Marina (marina@alvearedisaronno.it, via whatsapp: 3493508160 oppure sulla pagina facebook Alveare di Saronno).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.