Un’eredità milionaria per l’ospedale di Varese

È quanto ha disposto Mariagrazia Belli, scomparsa nell'aprile scorso, nel suo testamento olografo

ingresso viale Borri

Un lascito milionario all’ospedale di Varese. Scomparsa nell’aprile scorso, Mariagrazia Belli ha nominato il Circolo erede universale dei beni posseduti in Italia. Sono soprattutto immobili che entrano nella disponibilità dell’azienda.

Scomparsa nell’aprile scorso, Mariagrazia, cugina del professor Italo Belli presidente dell’associazione “Varese con te” dopo essere stato per 25 anni il radiologo del Circolo, non aveva figli.

Di famiglia benestante, il padre aveva la ditta “Solai e travi” mentre la madre era svizzera, Mariagrazia era stata insegnante di inglese. Una volta in pensione si era impegnata in diverse attività cittadine culturali e benefiche: « Mia cugina aveva un carattere solare e aveva tanti amici » ricorda Italo Belli.

Si è spenta nell’aprile scorso, nella sua casa di via Pavesi a Bosto, a causa di un problema cardiaco. Nel testamento, redatto a mano sei anni fa, Mariagrazia Belli ha voluto dare un segno importante all’ospedale della città, in rispetto anche della sua tradizione famigliare con un fratello pediatra in Liguria ma soprattutto nel solco del padre anche lui attivo nel volontariato legato al Circolo di Varese.

di
Pubblicato il 14 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore