Dagli avanzi di Natale una cena per i più poveri: “Cibo o vestiti, donate ciò che volete”

La tradizionale cena benefica di Busto Arsizio torna anche per questo Natale: "L'idea è di condividere il pasto del 25 dicembre con chi purtroppo in ogni giorno dell'anno fa fatica ad avere un pasto caldo"

Le donazioni per la cena di Natale dei più poveri

Ridurre gli sprechi alimentari, aiutare chi ha bisogno e fare di Natale una festa davvero per tutti. È per queste ragioni che anche quest’anno torna l’ormai tradizionale “cena degli avanzi” del 25 dicembre per i bisognosi a Busto Arsizio. Ad organizzarla è il gruppo di giovani del progetto “diamoci una mano” che, anno dopo anno, arricchisce questa attività benefica (nella gallery le immagini dell’anno scorso).

Galleria fotografica

La cena degli avanzi per i più poveri 4 di 18

«La nostra idea è quella di condividere il pasto natalizio che di solito è un pasto molto ricco e sostanzioso con chi purtroppo in ogni giorno dell’anno fa fatica ad avere un pasto caldo -spiega Matteo Vago, uno degli organizzatori-. Quindi chi vuole può cucinare qualcosa in più oppure può portare gli avanzi di quello che ha mangiato o ancora portare del cibo “crudo” (pasta, scatolame, insaccati) e consegnarcelo, noi provvederemo a cucinarlo e a portarlo a chi ne ha più bisogno».

Il ritiro avverrà a Sacconago il 25 dicembre dalle ore 16:00 alle 17:00 nel piazzale della Chiesa Nuova in via San Cirillo 6 ma «se qualcuno vuole portarci qualcosa ma non potrà farlo in quell’occasione può chiamarci così possiamo accordarci per ritirarlo in un altro momento». Il numero di telefono da contattare è il 3462281305. Tutto il cibo ritirato «verrà poi portato all’oratorio di San Luigi dove verrà riscaldato, riadattato e inserito in vaschette, e verrà poi utilizzato per tre scopi: la cena dell’amicizia a San Luigi con persone che ci sono state segnalate, la distribuzione in stazione FS che avverrà alle ore 19 e la distribuzione diretta alle famiglie in difficoltà di Busto Arsizio, che ci sono state segnalate da organizzazioni caritatevoli presenti sul territorio».

Un appuntamento di solidarietà al quale ogni anno sempre più persone decidono di partecipare, donando qualcosa e anche mettendosi a disposizione come volontari per la cucina e la distribuzione. «Anche Quest’anno in collaborazione con Ali D’aquila ritireremo anche vestiti dismessi -spiega Matteo-. Gli abiti verranno poi distribuiti ai bisognosi il sabato mattina da Ali d’Aquila, l’associazione che fornisce questo servizio insieme alla possibilità di fare una doccia calda e di mangiare un pasto caldo il sabato mezzogiorno».

«La cosa bella di questo progetto è che tante persone ci hanno già chiamato salvandosi il numero dall’anno scorso, sia per donare che per partecipare come volontari -racconta Matteo-. È un qualcosa che ci ha molto colpito perchè è segno che questa attività sta diventando davvero una tradizione del Natale per molte persone». Per ogni informazione si può contattare il numero 3462281305.

Centinaia di poveri festeggiano grazie agli avanzi del pranzo di Natale: “Solidarietà incredibile”

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 24 dicembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La cena degli avanzi per i più poveri 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore