L’addobbo degli alberi di Natale diventa contro il gioco d’azzardo

L’iniziativa accolta da 12 comuni del Varesotto avrà l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sui rischi della ludopatia nel corso delle festività natalizie

Avarie

Anche quest’anno gli alberi di Natale ritorneranno a combattere il gioco d’azzardo. Dodici comuni del Varesotto hanno infatti deciso di partecipare alla campagna di sensibilizzazione sulla dipendenza dal gioco d’azzardo attraverso la realizzazione di alberi di Natale addobbati con messaggi di allerta sui pericoli della ludopatia.

L’iniziativa rientra nel progetto “LaReteAzzardoTiVinco” promosso da regione Lombardia con la collaborazione scientifica dell’associazione “And – azzardo e nuove dipendenze”.

I comuni coinvolti nell’iniziativa sono: Azzate, Cairate, Carnago, Cassano Magnago, Comabbio, Ispra, Jerago con Orago, Fagnano Olona, Mercallo, Solbiate Arno, Sumirago e Ternate. Ognuno addobberà il proprio albero di Natale (battezzato in modo simpatico “Pino Azzardino”) non con semplici nastri, lucine e sfere colorate, ma con messaggi di sensibilizzazione sui rischi e sui problemi causati dalla dipendenza dal gioco d’azzardo. Sull’albero inoltre sarà posizionato in bella vista il numero di telefono dello sportello d’aiuto per le vittime dell’azzardo: 339 367 4668. Chiunque ne avesse bisogno può chiamare questo numero per concordare un incontro, e ricevere gratuitamente e in modo anonimo consulenza psicologica, legale e finanziaria.

Lo slogan della edizione 2019 della campagna di sensibilizzazione sarà “Pino azzardi no!!!”: uno slogan in dialetto ideato dalla docente Elena Invernizzi dell’istituto comprensivo di Castronno, per suggerire a “Pino Azzardino” di non azzardare più. «Ho pensato – ha raccontato Elena Invernizzi – di realizzare un albero “spostabile” per la scuola e per il paese durante le feste in punti strategici di passaggio». Detto fatto, in poco tempo la prof aveva già acquistato il primo “Pino Azzardino”, e gli studenti lo hanno addobbato con occhi, bocca e “palline di sensibilizzazione” realizzate da loro. «L’albero – aggiunge Invernizzi – verrà piantato all’ingresso della scuola dagli alunni stessi».

Tra i partecipanti all’iniziativa ci sarà anche un privato: il “Crazy Pub” di Casorate Sempione. Il locale è stato tra quelli che già alla fine dello scorso decennio hanno rinunciato alla vendita di ogni tipo di gioco d’azzardo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore