In mostra 20 presepi d’autore per “Storie di Luce”

L'esposizione "In attesa della luce - Percorsi d'artista" sarà inaugurata sabato 14 dicembre alle ore 19 nella chiesa della Madonnina in Prato dove sarà visitabile fino al 22 dicembre

natale

Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. A Dicembre ogni anno da quella fiamma ne vengono accese altre, diffuse su tutto il pianeta come simbolo di pace e fratellanza fra i popoli. Una di queste arriverà a Varese il 21 dicembre, nella chiesa della Madonnina in Prato di Biumo Inferiore dove, sabato 14 dicembre alle ore 19, sarà inaugurata la mostra “In attesa della Luce – percorsi d’artista”.

L’iniziativa è parte del percorso “Storie di Luce”, un calendario composto da una serie di eventi in attesa del Natale proposti da don Carlo Garavaglia della Comunità pastorale Beato Samuele Marzorati e aperti a tutta la città di Varese.
Il progetto è partito nei giorni scorsi con i laboratori di luce e prosegue con questa esposizione proposta in continuità con quella allestita lo scorso anno in Sala Veratti “Verso la Sorgente – presepi d’artista”. Decine di presepi offriranno ai visitatori un momento di arricchimento personale, di riflessione e interiorizzazione del concetto dell’attesa, vissuta da molteplici punti di vista. Dal senso religioso rielaborato dalla fantasia artistica, alle diverse simbologie e misure espressive.

Organizzata dall’associazione delle Ex-allieve delle Figlie di Maria Ausiliatrice grazie alla gentile disponibilità della curatrice Zoraya Martìnez, la mostra conta di  20 opere di diversi artisti: Roberto Benotti, Piero Cicoli, Lena Costantini, Michele Di Giovanni, Anny Ferrario, Eva Hodinova, Yasuo Kuwahara, Irene Landoni, Giulia Martinelli, Zoraya Martìnez, Marzia Mucchietto, Maria Nicolais, Giuliana Nocco, Antonio Quattrini, Oreste Quattrini, Giorgio Robustelli, Mariuccia Secol, Alberto Tognola, Carlo Pizzichini, Susanna Primavera.
“Educarsi al pensiero di Cristo – dice Giulia Martinelli presidente dell’associazione – significa prendere forza dall’umiltà dell’umano, consapevole di appartenere ad un Mistero che si fa tangibile per aiutarci percorrere la via della pace e della fratellanza, nella precarietà dell’esistenza terrena la quale, di fatto, è L’ATTESA di qualcosa di più grande”.

La mostra sarà visitabile dal 15 al 22 dicembre, dalle ore 10 alle 12 e dalle 15,30  alle 18.
Gradita la prenotazione, soprattutto per i gruppi, al numero 347 5449471 .
Da lunedì a venerdì momento di riflessione alle ore 17 a partire dall’osservazione di un’opera. Sabato 21 dicembre alle ore 21 sarà accolta la Luce della Pace da Betlemme, in un contesto di musiche e poesie, e grazie al rito della condivisione della fiamma la Luce sarà consegnata anche al Sindaco Davide Galimberti simbolicamente per tutta la cittadinanza di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore