Al cinema per scoprire l’arte di Botero e non solo

Torna anche quest'anno "Sguardi sull'arte": il primo appuntamento è per giovedì 30 gennaio, alle 16 e alle 21

tempo libero generica

Dopo il buon risultato conseguito l’anno scorso, alla prima edizione, ritorna anche quest’anno Sguardi sull’arte, rassegna cinematografica promossa da Filmstudio’90.

Si comincia con una prima visione di grande richiamo, in programma giovedì 30 gennaio alle ore 16 e 21 al Cinema Nuovo di viale dei Mille: “BOTERO – UNA RICERCA SENZA FINE” di Don Millar è il coinvolgente omaggio all’artista vivente che vanta il maggior numero di mostre in grado di attirare milioni di visitatori. Il film ci offre l’opportunità unica di avvicinarci e conoscere più nel profondo una vera leggenda vivente, molto amato in Italia, paese che dagli anni ’80 è diventato anche la sua patria putativa. Grazie anche alle riprese girate in 10 città tra Cina, Europa, New York e Colombia, oltre a foto e video di famiglia. alle testimonianze di storici e accademici, ci inoltriamo nella creatività di una delle personalità più geniali dell’arte del nostro tempo. Presentazione a cura di Giulio Rossini.

La rassegna prosegue mercoledì 19 febbraio ore 16 e 21 presso il cineclub Filmstudio 90 (ingresso riservato ai soci) con LA MISURA DEL PARADISO – LEONARDO ALLA CORTE DI LUDOVICO IL MORO di Gilda Panizza, un cortometraggio realizzato dagli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, presentato con successo anche al Festival del Cinema di Locarno. Quello del documentario è un Leonardo visto non come artista e scienziato dalla barba lunga e canuta quanto un trentenne che organizza feste e ricevimenti per una corte, quella milanese di Ludovico il Moro alla fine del XV secolo, per la quale allestisce anche la sfarzosissima Festa del Paradiso del 1490. Presentazione a cura di Andrea Angaroni (co-sceneggiatore del film).

A seguire, nella stessa serata, LEONARDO. LE OPERE di Phil Grabsky, Italia 2020, 107. Girato in Russia, Germania, Francia, Italia, Stati Uniti, Inghilterra, Scozia, Polonia, il film si propone di esaminare in modo profondo e mai scontato la pittura del Maestro, grazie agli interventi di alcuni dei principali curatori e critici d’arte del mondo. Il regista Phil Grabsky ha viaggiato in 8 paesi per riprendere in situ praticamente tutte le opere pittoriche attribuite a Leonardo. Una vera “festa per gli occhi” che permetterà di esplorare anche la biografia di un uomo geniale come Leonardo. Presentazione a cura di Chiara Prevosti (Cooperativa SULL’ARTE). 

Si torna poi al Cinema Nuovo giovedì 5 marzo con un’altra prima visione, ESCHER – VIAGGIO NELL’INFINITO di Robin Lutz, la storia del famoso artista grafico olandese. Sono sue le parole che ascoltiamo mentre ci parla della sua vita, delle sue paure, i dubbi, la politica, il lavoro. Mentre Escher parla, la camera registra in soggettiva quello che lui stesso vedrebbe, come se fossero i suoi occhi a inquadrare il mondo. Inoltre il musicista Graham Nash (Crosby, Stills, Nash e Young) racconta la riscoperta di Escher negli anni ’70. Il film infatti guarda all’eredità di Escher e a come il suo lavoro ancora oggi ispiri fumetti, pubblicità, film, spingendo tuttora numerosi visitatori alle sue mostre in tutto il mondo. Presentazione a cura di Paolo Zanzi. La rassegna prosegue fino al 27 marzo, info al 0332.830053, biglietti a € 7,50, rid. € 6/3.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore