Le 10 proposte di Varese per la ripartenza

Oggi la prima riunione della cabina di regia aperta dal Comune con tutto il mondo del lavoro e dello sviluppo

giardini estensi varese comune

È iniziato oggi il lungo lavoro della cabina di regia che il Comune di Varese ha lanciato settimana scorsa per iniziare a costruire un programma operativo insieme a tutto il mondo del lavoro, delle professioni e delle imprese per la ripartenza dell’economia varesina nei prossimi mesi e anni.

«Ringrazio i più di 35 partecipanti della prima riunione di oggi –afferma l’assessore alle Attività produttive di Palazzo Estense e promotrice dell’iniziativa Ivana Perusin– perché insieme al sindaco e ai miei colleghi Lovato e Buzzetti abbiamo potuto toccare con mano una straordinaria disponibilità di tutte le associazioni, dei sindacati e delle professioni a partecipare a un unico grande lavoro di squadra con obiettivi ambiziosi ma concreti. Attraverso la costruzione di tavoli di lavoro specifici ci troveremo una volta alla settimana tra aprile e maggio per condividere proposte e iniziative in due direzioni precise: prima di tutto lavoreremo sulle proposte operative per la ripartenza in sicurezza delle attività economiche e lavorative, seguendo le norme e le regole che ci indicheranno Regione e Governo e aggiungendo un nostro contributi di idee. In secondo luogo, poi, lavoreremo con proposte di lungo periodo per il rilancio dell’economia di Varese, con un percorso che ci vedrà protagonisti nei prossimi anni. Non basterà, infatti, ripartire nel 2020 per recuperare quello che stiamo perdendo; occorre ripensare e riprogettare tutti i settori della nostra economia e del lavoro».

«Abbiamo condiviso oggi – ha aggiunto il sindaco Davide Galimberti – le prime dieci proposte concrete che, per i prossimi mesi, mettiamo a disposizione come Comune. Nei prossimi giorni le approfondiremo una a una, ma già oggi abbiamo voluto renderle pubbliche nel loro insieme. La nostra volontà è quella di una ripartenza in sicurezza, che favorisca da un lato i cittadini e dall’altro i commercianti e le imprese, attraverso uno sviluppo in grado di convivere con la situazione di emergenza. Ovviamente le nostre sono proposte e sono realizzabili coordinandosi con tempi e regole che ci verranno indicati dal Governo e dalla Regione. Con queste ultime istituzioni, del resto, abbiamo l’obiettivo di dialogare per sottoporre le proposte unitarie che faremo con la cabina di regia e per ottenere le risorse necessarie a realizzarle sia nei prossimi mesi che nei prossimi difficilissimi anni. Come abbiamo sempre detto, e come dimostra la cabina di regia di oggi, insieme possiamo farcela».

Le prime dieci proposte concrete che il Comune ha già sottoposto ai partecipanti della riunione di oggi sono queste:

  1. Garantire il rispetto delle distanze di sicurezza, utilizzando strumenti quali smart working e turnazioni mentre per i pubblici esercizi massimizzare l’utilizzo degli spazi esterni per compensare eventuale riduzione spazi interni
  2. Mercato piazzale Kennedy: per garantire il rispetto delle distanze di sicurezza ridisegnare le attuali postazioni, in deroga alla legge regionale, riducendo al massimo le dimensioni dei banchi e prevedere unico accesso
  3. Creare un’app per gli esercenti ambulanti e dare la possibilità di consegnare a domicilio, con semplice comunicazione al SUAP.
  4. Affidare ad associazioni locali che si occupano di intrattenimento l’organizzazione di eventi in linea con gli obiettivi che ci saremo fissati
  5. Consegne a domicilio: no SCIA e comodato semplice come processo autorizzatorio semplificato, organizzazione di una rete di consegne a domicilio per i negozi, per la gestione di ordini on line e telefonici
  6. Tutti gli esercizi di servizi alla persona (estetisti, parrucchieri,etc) dotati di un’app che permetta la prenotazione on line per azzerare i tempi di attesa e le code
  7. Valutare vendite promozionali dedicate al post Covit e rivedere l’istituto dei saldi
  8. Messa in circolazione del maggior numero di risorse pubbliche per servizi, cantieri ed innovazione della città
  9. Rinegoziazione canoni locazione attività produttive, commerciali e professionali e istituzione fondo di garanzia Comunale
  10. Coinvolgimento da parte di importante società di consulenza che fornirà spunti per la valutazione di impatto Covid in diversi campi e supporterà le attività dei prossimi mesi

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.