Un commosso saluto al dottor Bruno Nicola, un galantuomo d’altri tempi

Si è svolto questa mattina a Gorla Minore il funerale di Bruno Nicola. Tanti gli aneddoti e i ricordi sull'amato medico ed ex sindaco

funerale bruno nicola gorla minore

Galantuomo: un pregio d’altri tempi, ma che Bruno Nicola ha sempre avuto, per tutta la sua vita. Questa una delle tante qualità, più volte richiamata da don Giuseppe, durante la celebrazione del funerale del medico ed ex sindaco gorlese, celebrato questa mattina, sabato 30 maggio, all’oratorio San Filippo Neri.

Galleria fotografica

Il funerale del dottor Bruno Nicola 4 di 12

Un’organizzazione impeccabile e una comunità rispettosa delle regole hanno permesso lo svolgersi della cerimonia nel rispetto delle normative di sicurezza vigenti. Duecentocinquanta persone hanno così potuto omaggiare un uomo che, per tutta la sua vita, ha saputo farsi amare da tutti. In realtà «Non sarebbe bastato un campo di calcio per contenere tutti coloro che avrebbero voluto essere presenti, per poterlo ringraziare per la sua grande umanità» – ha sottolineato il sindaco di Gorla Minore Vittorio Landoni, riproponendo con emozione il discorso di insediamento di Nicola quando fu eletto sindaco. «Per me è importantissimo aiutare gli altri, un medico non deve vedere solo il paziente ma anche l’uomo» – pronunciò il compianto Bruno entrando a Villa Durini nel 1999.

Don Giuseppe ha ricordato quando, facendo visita ad un malato, questi gli confidò: «Sai. Il mio dottore anche se è in pensione passa tutti i giorni a trovarmi e mi dice sempre una parola di conforto». Un’attitudine, quella del dottor Nicola, che il sacerdote ha ricondotto ad una grande passione medica mossa dalla fede, così come ogni suo gesto di bontà e generosità e il suo costante impegno civico e sociale.

Sono tanti i “Grazie” che i gorlesi serbono nel cuore per lui: fra i presenti in oratorio i suoi coscritti, i consiglieri di maggioranza e opposizione, il gruppo di Avis, i rappresentanti del Gruppo Amicizia (a cui, su volontà dei figli, andranno le donazioni in ricordo di Nicola) e la sua famiglia. Dai suoi congiunti giungono gli aneddoti più intimi, quelli capaci di descrivere all’interno delle mura domestiche quel galantuomo, amato e rispettato da chiunque lo abbia conosciuto.

Il ricordo dei figli, che ripensano a come “avesse una buona parola per tutti” e ricordano il suo forte legame con la moglie Rina e il ricordo della nipote, che con le sue parole ha saputo raccontare di un nonno presente, attento, riservato, ma sempre disponibile. Un discorso che ha regalato ai presenti pezzetti della vita privata di Bruno Nicola, con la passione per l’Inter, l’aiuto nei compiti ai nipoti, le poesie e le canzoni che dedicava all’amata moglie, e poi il valore di quella valigetta medica. Una valigetta portata sempre con sé “in caso qualcuno avesse bisogno” ripeteva il medico ed ex sindaco gorlese, sempre pronto a tendere la mano, con professionalità e tanta umanità. Per tutto questo, l’intera comunità ha voluto con affetto e riconoscenza dirgli, ancora una volta, “Grazie”.

di
Pubblicato il 30 maggio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il funerale del dottor Bruno Nicola 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore