Quantcast

Pianbosco, prima vittoria dei residenti: la fibra arriverà in settembre

Dopo mesi di lettere e contatti, finalmente le prime buone notizie per i cittadini della zona residenziale: in settembre sarà allacciata una prima cabina nella zona del Cenacolo

Arriva la fibra ottica di Vodafone

Sembra avviata sulla strada di una positiva conclusione la vertenza che in questi mesi ha visto alcuni residenti della zona residenziale di Pianbosco, estesa tra i comuni di Venegono Superiore e Venegono Inferiore, opporsi ad Open Fiber per ottenere il collegamento con la fibra anche nel loro quartiere. Non uno sfizio dicono i residenti, ma un diritto, dal momento che oggi studio e lavoro in smart working rendono indispensabile un collegamento internet stabile e veloce.

Dopo diverse sollecitazioni, nel mese di giugno i residenti si erano sentiti rispondere che la copertura della zona di Pianbosco non era prevista nell’accordo stretto tra Infratel Italia e Openfiber. “Risposta inammissibile”, hanno ribattuto gli abitanti di Pianbosco, che hanno nuovamente sollecitato l’azienda coinvolgendo anche i comuni di Venegono Superiore e Inferiore.

Proprio nei giorni scorsi sono arrivate le prime risposte positive: «Anche grazie all’interessamento dei due comuni, qualcosa si è mosso – dice Raffaele Ciardulli, uno dei residenti più attivi sul fronte di questa “battaglia” – E’ arrivata una lettera in cui si annuncia che da settembre dovrebbe essere allacciata la cabina che sta proprio al centro del quartiere residenziale, nella zona del Ristorante Cenacolo».

Una buona notizia, dunque, ma i cittadini di Pianbosco vogliono certezze e concretezza: «Abbiamo chiesto di conoscere con precisione i piani operativi, per capire quali abitazioni saranno allacciate e quando e per quali zone ci si dovrà muovere diversamente – aggiunge Ciardulli – L’importante, come abbiamo detto più volte anche ai nostri interlocutori, è che anche ai cittadini di Pianbosco siano garantiti collegamenti adeguati per poter lavorare e studiare. Resta un po’ di amarezza perché abbiamo ricevuto risposte da diversi interlocutori, ma mai da Openfiber che, per il bando che ha vinto, ha proprio il compito di portare la fibra anche dove economicamente è meno conveniente».

di
Pubblicato il 11 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore