Quantcast

Laveno Mombello, per la prima volta una lista civica batte i partiti

Dopo anni di alternanza tra i partiti di centrodestra e centrosinistra, i cittadini scelgono il candidato di una lista civica per l'amministrazione dei prossimi cinque anni

Generico 2018

Per la prima volta Laveno Mombello sceglie di essere guidata da una lista civica, che è stata preferita dagli elettori a quelle sostenute dai partiti politici. Il risultato elettorale di martedì 22 settembre, con la vittoria di Luca Santagostino (foto sopra con i componenti della lista), si può definire storico e sottolinea la voglia di cambiamento da parte dei cittadini del paese sul Lago Maggiore.

In questi mesi di campagna elettorale i giochi erano tutti aperti e fino all’ultimo momento è stato difficile fare delle previsioni realistiche. Inizialmente la partita sembrava un testa a testa tra gli esponenti di partito, ma la presenza della lista civica “Civitas” ha presto cambiato gli equilibri di voto.

Paola Sabrina Bevilacqua, “delfino” del sindaco uscente Ercole Ielmini, ha raggiunto il 26 % dei voti (la lista Civitas ha vinto con il 35,82%), e proseguirà, per quanto possibile, i progetti realizzati fino ad oggi dai banchi della minoranza. Con lei il consigliere comunale uscente, Francesco Anania che ha raggiunto ben 126 preferenze.

Ha sfiorato il 30% dei voti invece, il candidato per Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia. Andrea Trezzi, figlio dell’ex sindaco Sergio e allenatore nella società sportiva di canottaggio di Cerro, durante la campagna elettorale è stato sostenuto da diversi esponenti politici, il vicesegretario della Lega Giancarlo Giorgetti ha chiuso la sua campagna elettorale ad esempio, ma non è bastato. Siederà sui banchi dell’opposizione con Giuliano Besana, segretario di sezione di Forza Italia che ha raggiunto 93 preferenze. Resta fuori dal consiglio comunale invece, Giancarlo De Bernardi. Ex vicesindaco con l’amministrazione Giacon, da sempre vicino alla Lega, ha deciso di correre da solo ma ha raggiunto l’8% dei voti.

Luca Santagostino è quindi il vincitore di queste elezioni amministrative con il 36 % dei consensi. A premiarlo sono stati certamente alcuni fattori: la novità, una lista formata da persone attive e conosciute in paese, una comunicazione chiara e un programma elettorale dettagliato. Ora però, è il momento della vera sfida: quella di realizzare quanto detto in campagna elettorale e rappresentare tutti i cittadini di Laveno Mombello.

Intanto, tra i banchi della maggioranza troveremo: Mario Iodice (il più votato con 179 preferenze), eletto consigliere insieme a Elisabetta Belfanti (116), Paola Sacchiero (104), Luca Poroli (91), Barbara Sonzogni (86), Fabio Bardelli (80), Francesco Bonadiman (64) e Eduardo Prencis (63). Santagostino, già nelle scorse settimane, durante un incontro pubblico, aveva annunciato la composizione della sua giunta che sarà così composta: Mario Iodice, Vicesindaco con deleghe alla Cultura, Politica, Istruzione, Commercio e Turismo, Elisabetta Belfanti, assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche Giovanili, Barbara Sonzogni, assessore allo Sport e al Terzo Settore, Fabio Bardelli, assessore all’Urbanistica, all’Ambiente e ai Lavori Pubblici. Santagostino tiene le deleghe a Bilancio, Tributi, Risorse umane, Industria, Artigianato, Agricoltura, Polizia locale e Protezione civile.

ELEZIONI LAVENO MOMBELLO – TUTTI I RISULTATI 

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 23 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore