Rodari ispira, lascia tracce e insegnamenti… in mostra

La mostra "Io e Rodari" che sarà inaugurata a Villa Mirabello il 26 settembre celebra i 100 anni del Maestro e i 40 anni del Teatro dei burattini di Varese

Generico 2018

IO E RODARI non è una mostra su Rodari, bensi l’esposizione degli effetti che i suoi insegnamenti hanno generato nella mia fantasia e nel mio quarantennale lavoro con i burattini e la pittura”, spiega l’artista Chicco Colombo nel presentare il programma della mostra che sarà ospitata a Villa Mirabello dal 26 settembre al 25 ottobre, visitabile tutti i weekend con una serie di attività e laboratori per grandi e piccini (qui il programma completo).

Si tratta di una mostra – esposizione di lavori pittorici allestiti come istallazioni realizzate con figure del Teatro dei Burattini di Varese (di cui decorrono quest’anno i 40 anni dalla fondazione)  ispirate dalla Grammatica della fantasia di Gianni Rodari (artista di cui si celebrano nel 2020 i 100 anni dalla nascita), in particolare dal binomio fantastico.
La selezione dei materiali artistico esposti riguarda il lavoro teatrale e pedagogico sviluppato nella carriera quarantennale del Teatro dei Burattini di Varese ,che ha spesso creato partendo proprio dagli stimoli Rodariani i suoi spettacoli.

Le opere pittoriche si distinguono in locandine del percorso teatrale storico, e nuovi lavori nati nel periodo di chiusura per la pandemia, nate proprio dal Binomio Fantastico come stimolo ispiratore.
Si tratta quindi di un viaggio a ritroso alla ricerca delle tracce–stimolo Rodariane. Un viaggio fatto dall’analisi degli spettacoli creati e anche dal lavoro educativo svolto in tante e diverse situazioni con ragazzi e adulti.
Le opere ,pittoriche presentate in mostra sono “binomi fantastici “ stimoli per inventare e narrare storie , presentare un personaggio, o semplicemente per gustare dell’effetto creativo nato dal lavoro su, con ,di rodari.

I cinque luoghi nei quali si articola la mostra, raccontano lo svilupparsi di binomi tra teatro e pittura, dove sono i numeri i protagonisti del gioco di fantasia ,“SALA DEI NUMERI FANTASTICI”, o ancora “I PERSONAGGI” presentati pittoricamente nella seconda sala.
Nel successivo luogo si incontrano più Binomi di Fantasia: “I PULCINELLA”, i materiali teatrali del progetto “FORESTA”, testimonianze del Binomio “CAVALLI e PITTURA” e di nuovo Binomi Pittorici sul tema dei “PERSONAGGI.

È nella sala dell’Ottagono dove si trova il Binomio più caro anche a Rodari : “IL TEATRO DEI BURATTINI”. Lo stesso Rodari aveva affermato che il lavoro del Burattinaio era il più bel mestiere del mondo. Lui stesso lo aveva praticato da bambino. Da qui il percorso si snoda tra altri Binomi Fantastici, composti dall’incontro tra oggetti sempre diversi.
Lungo tutto il percorso della mostra sono esposte anche diverse locandine riferite alla attività teatrale dei Burattini di Varese; spettacoli, rassegne organizzate sul territorio, e altro.

L’Evento è organizzato da Comune di Varese e Teatro dei Burattini di Varese nel Centenario della nascita di Gianni Rodari e nel quarantesimo anno di nascita del Teatro dei Burattini di Varese.
Tutte le attività si svolgeranno a Villa Mirabello a Varese presso il Museo.
Per info telefonare al 393 33 15016.

di
Pubblicato il 21 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore