Minacce al consigliere comunale di Marnate, la solidarietà della comunità

Tanti gli attestati di solidarietà ricevuti dal consigliere Roberto Pozzoli dopo le minacce subite, dal sindaco di Marnate Galli agli amministratori dei comuni vicini

roberto pozzoli candidato sindaco per marnate 2019

Una grave vicenda, che lascia veramente l’amaro in bocca: le minacce recapitate a Roberto Pozzoli hanno scosso la comunità marnatese. Il consigliere comunale sta raccogliendo l’empatia di cittadini e politici locali, che condannano il gesto e manifestano solidarietà a Pozzoli come uomo, in primis, ma anche come rappresentante dei cittadini.

Ad intervenire immediatamente è il sindaco Elisabetta Galli: «Il Sindaco e tutto il gruppo di maggioranza esprimono solidarietà al Consigliere Pozzoli per il grave fatto compiuto nei suoi confronti, fatto censurabile indipendentemente ed a prescindere da ogni motivazione. Tutta l’Amministrazione è colpita da quanto accaduto e confida in un celere svolgimento delle indagini al fine di accertare le responsabilità nell’interesse dell’intera comunità».

Non è la prima volta che a Marnate accade qualcosa del genere: una decina di anni fa l’assessore Lorenzo Pisani ricevette minacce a seguito di una proposta politica che stava dividendo la comunità. È proprio Pisani a ricordare quanto avvenne allora e a rivolgere a Pozzoli un messaggio pieno di comprensione: «Sono gesti assurdi, poi rivolte ad una persona che si è sempre spesa per il bene del paese, sono esterrefatto! L’ho sentito e il pensiero lo rivolgo soprattutto a Lorena e ai suoi bambini. Nel 2020 siamo arrivati a gesti del genere? Roberto è un amico, una persona corretta e gentile che sta svolgendo il suo ruolo con passione e impegno. Un atto in pieno stile mafioso. Immaginate come si senta la sua famiglia e sua moglie. Un gesto folle. Posso solo dirgli di tenere duro e non demoralizzarti! É probabilmente sulla giusta strada. Ha avuto, ha e avrà ancor di più il mio sostegno».

Un sostegno che travalica i confini comunali e arriva dalla vicina Gorla Minore. È l’assessore ed ex sindaco Giuseppe Migliarino a evidenziare la rilevanza dell’impegno civico di una persona e di quanto, quindi, queste minacce risultino ancora più gravi. «A Roberto la mia solidarietà, episodi di cui è stato fatto oggetto, sono deprecabili e da condannare senza se e senza ma. Rappresentare i propri cittadini è un impegno importante per ogni Consigliere, ogni minaccia a chi rappresenta altri cittadini è una minaccia alla libertà di ognuno di noi. Stringiamoci intorno a Roberto il cui impegno, ne sono sicuro, non verrà meno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore