Openjobmetis a caccia del blitz; a Cremona serve una scossa da Andersson

Anticipo (sabato 20,30) per Varese che vuole riscattare lo stop con Cantù e chiede segnali allo svedese. Poeta e soci arrivano dall'impresa di Bologna. Seguite il match in #direttaVN

Amichevole a Masnago: Openjobmetis - Vanoli 85-79

Uno scatto in avanti strozzato sul più bello, una partenza faticosa accelerata però da una impresa inattesa. La settimana che ha preceduto il match della quarta giornata della Serie A di basket tra la Openjobmetis e la Vanoli Cremona (padrona di casa) è stata vissuta all’opposto dalle due sfidanti: Varese arriva all’incontro del PalaRadi (si gioca in anticipo, sabato alle 20,30) dopo la battuta d’arresto nel derby con Cantù che ha impedito ai biancorossi un’incredibile salto in vetta mentre la squadra di coach Galbiati si è scossa con una grande vittoria sul campo della Segafredo propiziata dalla serata miracolosa di Peppe Poeta (28 punti: record in carriera in A).

Sarà quindi curioso capire chi la spunterà in un match che, tra l’altro, mette di fronte due tecnici dalla carriera ancora breve: Massimo Bulleri – 43 anni – è all’esordio in Serie A mentre Galbiati (che pure a Torino ha vinto una Coppa Italia del tutto inattesa) è il più giovane tra i 18 coach del campionato visto che è nato nel 1984, quattro anni dopo i primi vagiti di Luis Scola, ovvero il principale avversario della Vanoli in questo fine settimana.

Cremona ha già vinto il campionato estivo in extremis, nel senso che è riuscita a iscriversi e a comporre una squadra dopo essere andata vicinissima allo scioglimento per motivi finanziari; logico però che ora la formazione padana voglia dare seguito sul parquet al miracolo avvenuto negli uffici del club e alcune buone scelte sul mercato (l’esperienza di Poeta, la qualità dell’ala forte Hommes) stanno dando una bella mano al lavoro di Galbiati.

Openjobmetis - Germani: 94 - 89

La Openjobmetis dovrà rinunciare per la prima volta a uno degli ex di turno, Niccolò De Vico, fermo per la frattura al gomito: una disdetta per l’ala e per la squadra che, però, chiederà a Denzel Andersson una prova di maggiore spessore. Lo svedese è senza dubbio il grande punto interrogativo in questo avvio di stagione (2,7 punti e 1,7 rimbalzi in poco meno di 15′ di impiego, il minor marcatore di Varese nonostante parta in quintetto base) e dovrà mostrare qualcosa di meglio fin dalla gara del PalaRadi dove avrà a disposizione più spazio vista appunto l’assenza di De Vico. Andersson e Ferrero dovrebbero andare in difesa su Jarvis Williams, a occuparsi di Hommes sarà principalmente Strautins mentre il top scorer cremonese TJ Williams – guardia transitata dal sempre valido roster dei belgi di Ostenda – sarà affidato a Douglas e Jakovics.

COACH TO COACH

Massimo Bulleri (Openjobmetis Varese) – «Arriviamo da una settimana proficua nella quale i ragazzi hanno dimostrato di lavorare per proseguire un percorso di crescita. Domenica abbiamo perso e ciò non piace a nessuno specie in un derby, è qualcosa contro il quale lavoriamo tutta la settimana, però ormai non possiamo farci più niente. In questi giorni abbiamo lavorato sulle cose che non hanno funzionato nell’ultimo quarto della gara con Cantù e sabato capiremo a che punto è il nostro miglioramento»
Per quanto riguarda l’infortunio di De Vico spiace molto anzitutto per lui, perché stava giocando molto bene e perché umanamente è ben inserito nel gruppo: dobbiamo tamponare la sua assenza e quindi ognuno dovrà prendersi un pezzo di quello che lui faceva. Lo aspettiamo senza forzare il suo rientro, perché l’infortunio non è così banale. Vedremo se schierare anche Ferrero da ala piccola in caso di necessità, ma non abbiamo pensato solo a lui».

LA DOMANDA DI VN – Nel finale della partita con Cantù l’attacco si è troppo concentrato sull’asse Doulgas-Scola: ne avete parlato, come sistemerete questa cosa?
«Fondamentalmente il nostro attacco è lo stesso che avevamo con Brescia e con la Fortitudo; in questi casi emergono discorsi di responsabilità individuale e di desiderio di prendersi determinate scelte. Abbiamo approfondito questi ed altri argomenti e ho trovato disponibilità da parte di tutti. Vogliamo che la palla si muova e che tutti siano coinvolti e che chi ha più responsabilità le prenda senza aver paura e senza esagerare ma sono cose normali».

Paolo Galbiati (Vanoli Cremona) – «Varese è squadra interessante anche se purtroppo per loro hanno perso De Vico, e mi spiace che lui non possa giocarla. Sono tosti, sono partiti bene e hanno rischiato anche di vincere la terza partita: hanno un grande mix di esperienza e gioventù, eseguono bene i giochi. In difesa sono aggressivi, vogliono togliere il gioco in area scegliendo di esporsi di più al tiro da tre punti: dovremo essere bravi a non avere frenesia, a passarci la palla ed essere tutti protagonisti. Scola è il giocatore principale, tocca tutti i palloni d’attacco: dovremo evitargli ricezioni facili o i giochi a due anche perché la sua presenza costringe a collassare su di lui aprendo gli spazi da 3. Abbiamo lavorato tanto sul muovere la palla, sul muoverci per muovere la palla e per funzionare in determinate situazioni. Abbiamo qualche piccolo problema di febbre e malanni di stagione ma restiamo pronti a giocarla».

DIRETTAVN

La partita del PalaRadi sarà raccontata azione dopo azione dal nostro liveblog dedicato allo sport, aperto fin dal venerdì sera con notizie, curiosità, statistiche e con il sondaggio-pronostico prepartita. Si può partecipare scrivendo nello spazio commenti o usando l’hashtag #direttavn su Twitter o Instagram; per accedere direttamente al live CLICCATE QUI.

CLASSIFICA: Milano 6; V. Bologna, Venezia, Trieste, Cantù, Sassari, Brindisi, VARESE 4; Brescia, Roma, Pesaro, Reggio Em., Cremona, F. Bologna, Treviso 2; Trento 0.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore