Spara con un fucile nel palazzo e sulla strada, arrestato

Protagonista del gesto, tutto da spiegare, un uomo che è stato poi fermato dalla Polizia. Per fortuna non ci sono feriti

Polizia Città di Lugano

Un gesto ancora da spiegare, che poteva avere gravi conseguenze: un 50enne cittadino svizzero si è messo a sparare nel suo palazzo e in strada, a Lugano.

È accaduto nella serata di giovedì, intorno alle 20: la Centrale comune d’allarme (Cecal) è stata allertata per la presenza di un uomo armato all’interno di una palazzina in via Beltramina a Lugano.

Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia della Città di Lugano. L’individuo era armato di fucile ed è stato fermato da agenti della Polizia luganese  all’entrata dello stabile.

È stato poi appurato che il 50enne era un inquilino del palazzo: l’uomo ha esploso alcuni colpi all’interno del suo appartamento, all’interno e all’esterno del caseggiato. Non vi sono feriti.

Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono ora di esposizione a pericolo della vita altrui e infrazione alla Legge federale sulle armi. L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Pamela Pedretti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.