Corredini caldi e speciali per i bimbi della terapia intensiva neonatale di Varese

I kit sono stati consegnati dalle volontarie dell'associazione Mani di mamma che hanno in serbo un "anno da favola" per il 2021

Mani di Mamma nella TIN dell'ospedale Del Ponte

Sacchi nanna, babbucce, cappellini…. oggetti di lana piccoli e piccolissimi ma che danno un grande calore a chi li indossa ma anche a chi li prende in mano. Sono i lavori delle volontarie di Mani di Mamma, che realizza caldi indumenti per i piccolissimi bimbi della terapia intensiva neonatale dell’ospedale Del Ponte di Varese. Anche quest’anno non hanno fatto mancare il loro prezioso contributo


Nel corso di questo anno abbiamo visto un intero mondo fermarsi davanti a qualcosa di molto più grande, ma ci sono cose che non hanno accettato di arrestarsi, come la nascita di una vita e, ovviamente insieme a lei, anche le nascite premature. Proprio per questa ragione, neanche Mani di Mamma si è lasciata fermare perché, mai come in questo momento, i genitori devono sentirsi supportati e meno soli.

Mani di Mamma è un’Associazione no profit che nasce a Reggio Emilia e da oltre dieci anni porta avanti la sua missione di vestire con il calore dei loro corredini in pura lana merino i bimbi nati pretermine – già dalla 23esima settimana di gestazione – nelle Terapie Intensive Neonatali (TIN) di tutta Italia.

I corredini confezionati dalle volontarie dell’Associazione sono stati studiati in diretta collaborazione con il personale medico e infermieristico delle TIN, seguendo il protocollo CARE, tenendo quindi in considerazione tutte le azioni volte a rendere più umana la permanenza in ospedale, sia per il piccolino che per suoi genitori che vedono il bimbo vestito, accudito e colorato: tutto ciò ha un effetto positivo sia sul piccolo che sulla mamma.

Mani di Mamma si diffonde su tutto il territorio italiano e ogni provincia ha una sua Ambasciatrice: per la provincia di Varese, da cinque anni Cristina Mirioni è il riferimento, insieme alla sua “vice” Viviana Zuccoli Piccolo.

Cristina, Viviana e le circa 30 volontarie del Varesotto creano i loro sacchi nanna per organizzare circa sei consegne nel corso di un anno per la TIN dell’Ospedale di Varese e i Nidi degli Ospedali di Cittiglio e di Varese. Quest’ultimo è altamente all’avanguardia sia come attrezzature mediche che per personale medico e infermieristico che sa perfettamente coniugare professionalità ed umanità tra le loro 30 cullette e incubatrici.

Così come l’intera Associazione, anche il gruppo di Varese non si è bloccato di fronte alla pandemia che ci ha duramente colpito quest’anno e, nonostante siano state in grado di incontrarsi solo due volte per sferruzzare insieme e non sia più stato possibile mantenere il loro appuntamento fisso di una volta al mese, hanno trovato il modo di farsi compagnia e infondersi coraggio con incontri online e lo scambio di foto tra i loro ferri e gomitoli all’interno delle mura domestiche, intensificando la loro creatività a favore dei bimbi prematuri di cui si prendono cura da anni.

La cosa più importante è che, sebbene in mezzo alle difficoltà, sono riuscite a riunire tutti i loro lavori e non far subire variazioni alle loro consegne, che sono state regolarmente effettuate come programmato, garantendo a ogni prematuro il proprio corredino, preparando inoltre qualcosa di speciale per questo strano Natale: per ogni bimbo è stato preparato un kit composto da un body, un cappellino da Elfo e una simpatica filastrocca per ogni piccolo Folletto!

Mani di Mamma nella TIN dell'ospedale Del Ponte

Anche in questo kit, come in ogni iniziativa, c’è l’immensa cura di ogni volontaria: i cappellini, al pari di tutte le creazioni di Mani di Mamma, sono realizzati in 100% lana merino e i body sono in “pelle d’uovo”, un tessuto 100% cotone chiamato così proprio per la sua morbidezza simile alla pellicola interna di un uovo. Tutti i corredini sono pensati su misura di prematuro e, infatti, ogni realizzazione è adatta ad accompagnare il neonato anche durante una risonanza, mantenendo al caldo in un momento così delicato.

Dietro a tutto questo lavoro, non ci sono nomi e cognomi, ma solo tante donne che lavorano, che si divertono a cucinare torte nel tempo libero, che si occupano della casa, prendendosi cura della famiglia e soprattutto tutte unite da una grande passione che è la maglia. Questa passione le ha inoltre ispirate a progettare “un anno da favola” per il 2021: una piccola sorpresa per tutti i bimbi che nel prossimo anno sceglieranno di nascere prima del termine della quarantesima settimana. Il gruppo di Varese quindi invita a rimanere sintonizzati!

Per chi volesse saperne di più e immergersi nel mondo del lavoro a maglia a favore dei piccoli nati prematuri, è possibile contattare l’Ambasciatrice Cristina tramite l’indirizzo mail varese@manidimamma.it o al numero 345 426 8989, visitare il sito www.manidimamma.it oppure la pagina Facebook Mani di Mamma-OdV.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.