Vittoria facile per Conegliano contro una Uyba a ranghi ridotti

La Uyba perde per 3-0 (25-16, 25-16, 28-26) la sfida contro la capolista Imoco Volley Conegliano, giocando senza Gennari, Escamilla, Mingardi e Bulovic (a riposo precauzionale) e con Leonardi e Cucco ancora positive alla Covid

pallavolo jordyn poulter uyba

Dopo settimane senza giocare, la Uyba perde per 3-0 (25-16, 25-16, 28-26) la sfida contro la capolista Imoco Volley Conegliano. Già in condizioni normali, superare la formazione di coach Santarelli è un’impresa ancora mai riuscita ad altri in questa stagione, ma farlo senza Gennari, Escamilla, Mingardi e Bulovic (a riposo precauzionale) e con Leonardi e Cucco ancora positive, era fantascienza.

Coach Musso ha dovuto inventare il 6+1 da schierare in campo, spostando Stevanovic nell’insolito ruolo di opposto e con la giovanissima Bressan, aggregata dalle giovanili come libero. Dall’altra parte Santarelli ha messo in campo tutte le titolari ad eccezione del libero De Gennaro, tenuta a riposo, dando poi spazio ad altre giocatrici in corso di gara. Una passeggiata per le venete che hanno liquidato velocemente le biancorosse che sono scese in campo consapevoli che vincere sarebbe stato praticamente impossibile.

Le farfalle però ci hanno provato e soprattutto nel terzo set, grazie agli spunti della veterana Francesca Piccinini, hanno spinto le pantere ai vantaggi, annullando 4 match ball, trovando un set point con Stevanovic, ma cedendo 28-26.

Top scorer per le bustocche è Stevanovic con 11 punti, seguita da Piccinini con 9. Dall’altra parte, regine del campo, Egonu e Sylla che chiudono rispettivamente con 22 e 13 punti.

A fine partita Piccinini mantiene lo stesso il sorriso: “Questa partita ci fa ben sperare: siamo venute qui a ranghi ridotti, ma abbiamo messo tutto, cuore e anima: abbiamo provato a divertirci nonostante il gap evidente, ma sono contenta della prestazione. Non abbiamo ancora dimostrato il nostro valore, speriamo in meno sfortune nel 2021”. Il neo coach Musso sottolinea i segnali positivi colti e ammette che la strada è ancora lunga: “Il risultato è quello che è, ma oggi dobbiamo andare oltre e ragionare sul lavoro che abbiamo fatto per riuscire comunque a scendere in campo in maniera credibile. C’è in ogni caso da mettere a posto ancora molto, in particolare l’attacco di palla alta e l’utilizzo dei centrali. Ho visto segnali buoni sull’organizzazione del muro difesa, mentre il cambio palla non è giudicabile oggi, viste le troppe assenze in attacco per noi. Credo comunque che la strada sia lunga ma ben intrapresa”.

Le ragazze della Uyba adesso potranno godere qualche giorno libero e il turno di riposo del 27 consentirà il recupero delle atlete e la ripartenza in vista di una seconda parte della stagione che sarà impegnativa, viste anche le quattro gare da recuperare.

Il tabellino

Imoco Volley Conegliano – Unet e-work Busto Arsizio 3-0 (25-16, 25-16, 28-26)

Imoco Volley Conegliano: Caravello (L), Gicquel 1, Butigan 4, De Kruiijf 2, Folie ne, Omoruyi 8, De Gennaro (L), Adams ne, Gennari, Wolosz 2, Hill 4, Sylla 13, Egonu 22, Fahr 6.
Unet e-work Busto Arsizio: Poulter, Olivotto 2, Gennari ne, Bonelli ne, Gray 9, Mingardi ne, Escamilla ne, Bulovic ne, Herrera Blanco 3, Piccinini 9, Stevanovic 1, Bressan (L), Almasio nr.
Note. Conegliano: ace 7, errori 10, muri 6. Uyba: ace 2, errori 3, muri 3.

di
Pubblicato il 24 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.