Egbunu, un pivottone per la Openjobmetis. Ma contro Cantù non ci sarà

Ufficiale l'ingaggio del lungo nigeriano, 26 anni, 2 metri e 08. Ora è ad Atlanta, con le valige pronte in attesa del passaporto vistato. A Desio rientrerà Jakovics

john egbunu basket

Varese si appresta a dare il benvenuto a John Egbunu, il roccioso pivot nigeriano di scuola statunitense che era stato l’obiettivo (centrato) del mercato biancorosso nei giorni scorsi. Alto 2,08, prodotto di un college importante come Florida, già nell’orbita dei Nets che lo avevano fatto giocare nella squadra collegata della D-League, Egbunu ha giocato anche nel campionato sudcoreano, meta esotica per un professionista dei canestri che però ha “ospitato” anche Bryant Dunston nella stagione precedente a quella con la allora Cimberio.

Egbunu ha firmato un contratto sino al termine della stagione ma non potrà esordire domenica nel derby contro Cantù a causa di motivi burocratici. Il giocatore si trova infatti nella sua casa di Atlanta e ha spedito il proprio passaporto al consolato italiano a Miami, negli stessi uffici dove è stata inviata anche la richiesta di visto da parte della Pallacanestro Varese (che ha inoltrato i documenti alla Questura, con ulteriore passaggio al Coni). L’emergenza Covid non consente a Egbunu di ritirare di persona il passaporto “vistato” in Florida, e così il giocatore deve attendere che il documento gli arrivi a casa via posta, cosa che dovrebbe accadere nelle prossime ore. Poi il pivot salirà sul primo volo diretto in Italia, fuori tempo massimo però per essere tesserato entro venerdì a mezzogiorno.

L’esordio con la maglia della Openjobmetis avverrà quindi giovedì 4 febbraio, alla Enerxenia Arena, contro l’Happy Casa Brindisi di Frank Vitucci. Egbunu porterà in dote chili, centimetri, predisposizione al rimbalzo: in pratica permetterà a Luis Scola di giocare più a lungo in posizione di “quattro” assicurando maggiore copertura dell’area in fase difensiva. Una mossa simile – ma non uguale – a quella che aveva portato Varese a tesserare Jalen Jones, poi infortunatosi dopo appena 31″ di gioco contro Roma.

A Desio – si gioca domenica 31 dalle ore 16 – la squadra a disposizione di Bulleri dovrebbe quindi essere la stessa che ha sfidato Trieste, con l’aggiunta di Ingus Jakovics che nel frattempo si è “negativizzato”. Restano dunque ai box sia Douglas sia Beane, mentre il lettone ci sarà, seppure piuttosto debilitato dalla malattia.

EGBUNU – LA CARRIERA

(dal comunicato della Pallacanestro Varsese) – Nato a Bauchi, in Nigeria, il 31 ottobre 1994, Egbunu si trasferisce giovanissimo con la famiglia in Georgia, negli USA, dove inizia a muovere i primi passi nel mondo della pallacanestro facendosi conoscere per doti atletiche fuori dal comune. Nel 2013-2014 inizia la sua carriera collegiale con la University of South Florida dove realizza il record di rimbalzi catturati per un freshman (198). L’anno successivo si trasferisce alla University of Florida, ma il suo debutto con la maglia dei Gators è rimandato alla stagione 2015-2016 a causa delle regole NCAA sui trasferimenti. Tornato in campo, Egbunu è protagonista di un’ottima annata chiusa con 11.5 punti, 6.5 rimbalzi e 1.4 stoppate di media a partita. La stagione successiva inizia sulla falsa riga di quella precedente ma viene bruscamente interrotta dalla rottura del legamento crociato del ginocchio destro nel febbraio del 2017 che lo tiene ai box anche l’anno dopo. Nel 2019 riparte dalla G-League con la maglia dei Long Island Nets, squadra satellite Brooklyn, dove fattura 10.3 punti, 7.4 rimbalzi e 1.5 stoppate ad allacciata di scarpe. All’inizio di questa stagione firma con i coreani del KT Sonicboom compagine con la quale disputa solo 4 partite.

Openjobmetis, mezz’ora da applausi. Poi Trieste vince con le triple

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.