A Gallarate debutta la “squadretta” per la manutenzione buche

L'assessore Sandro Rech lavorava all'idea da tre anni: c'è voluto molto tempo ad arrivare alle assunzioni, ma ora c'è una squadra flessibile per intervenire sulle strade

gallarate generico

A Gallarate ha finalmente debuttato la “squadretta”, una coppia di operai comunali che gireranno sulle strade per fare manutenzione “volante”, ad esempio per riempire le buche nell’asfalto in attesa di rifare il manto stradale.

La squadretta è la denominazione colloquiale usata dall’assessore Sandro Rech: era un suo chiodo fisso, concretizzatosi con i tempi della pubblica amministrazione italiana. «Quando sono arrivato tre anni e mezzo fa ho chiesto subito di poter formare la squadretta, ma la pianta organica non lo prevedeva. C’è voluto un po’ per arrivare alle assunzioni, a ora ci siamo».

La squadretta sono un camion attrezzato e due operai, uno assunto come muratore, l’altro come stradino. Li vediamo in azione in via Passo Rolle, traversa residenziale di via Liberazione, rione Cajello: si ripulisce la buca dai resti di asfalto, si mette il nuovo bitume “a freddo”, si compatta con badili e peso del camion (ma arriverà un macchinario portatile specifico per la pressatura).

«In inverno avranno principalmente il compito di chiudere le buche, con interventi urgenti, utilizzando l’asfalto invernale “a freddo”. Mentre in estate potranno portare avanti interventi di piccola entità con asfalto a caldo, siamo attrezzati  anche per quello. Ma potranno anche intervenire su altri piccoli lavori a supporto – faccio l’esempio – dell’idraulico comunale, se deve fare lavori che prevedano interventi di ripristino».

Rech ha insistito con la squadretta per un motivo, soprattutto: «Il vantaggio rispetto all’appalto per piccole manitenzioni stradali è legato alla velocità di intervento: hanno l’elenco ogni mattina e intervengono in tempo quasi reale. Mentre sono in giro, se vedono altre situazioni problematiche possono intervenire. L’invito ai cittadini è quello di fare segnalazioni, anche se ci sono situazioni che si ricreano dopo un po’.

La manutenzione strade è un lavoro continuo: «Usiamo anche 30-35 quintali di materiale (asfalto, ndr) a settimana.» spiega il geometra comunale Andrea Colletta. «Ma nei periodi piovosi si arriva a 50 quintali».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.