A Comerio aumentano i cestini urbani: “Un servizio che costa di più se c’è maleducazione”

In paese passano da 28 a 40 e il sindaco Silvio Aimetti fa una riflessione amara: "In un anno difficile abbiamo provato a ridurre il numero ma è stata una battaglia persa"

cestino rifiuti

I cestini della spazzatura agli angoli delle nostre strade sono uno di quegli elementi urbani che siamo abituati a vedere e che diamo per scontato. Come ogni cosa, tuttavia, hanno un loro costo di gestione e lo sanno bene i sindaci che devono far quadrare i conti del proprio bilancio comunale.

A Comerio il sindaco Silvio Aimetti proprio su questo tema porta una riflessione amara su come vengono percepiti, utilizzati e su come sia difficile razionalizzare il servizio spesso a causa di comportamenti scorretti. Il sindaco lo fa nel giorno in cui il numero dei cestini urbani passa da 28 a 40 secondo una decisione presa “a malincuore”.

Il costo del servizio

“Nei mesi scorsi – dice Aimetti – abbiamo provato a ridurre il numero di cestini confidando nella buona volontà delle persone e questo anche allo scopo di risparmiare qualche soldo in tempi difficili, magari da destinare al sociale. Purtroppo è stata una battaglia persa, solo sterili critiche e polemiche sui social e neanche una proposta concreta fatta all’Amministrazione Comunale”.

Parte da questa considerazione e da una foto di un cestino strabordante di rifiuti Aimetti per arrivare al nocciolo della questione che è anche e soprattutto economica.

“I cestini sono svuotati 2 volte alla settimana da personale esterno al costo di circa 360 euro all’anno per cestino. Questo significa quasi 15.000 euro in totale – spiega il sindaco -. Inoltre il rifiuto contenuto nei cestini è classificato come “rifiuto urbano non differenziato” e quindi occorre spendere altri soldi per smaltirlo”.

silvio aimetti
Il sindaco Silvio Aimetti

I controlli e l’aiuto richiesto ai cittadini

“Non siamo contro l’utilizzo dei cestini anche se in molti Paesi sono stati completamente rimossi, siamo semmai contro un loro uso come pattumiera domestica – conclude Aimetti annunciando nuovi controlli -. In ogni caso non ci arrendiamo, stiamo valutando l’acquisto di nuovi cestini per differenziare la raccolta delle deiezioni canine e per rendere quasi impossibile l’accatastamento dei rifiuti sui cestini. Nelle prossime settimane i controlli saranno ancora più severi ma non è semplice trovare i trasgressori. Come per il controllo di vicinato anche per questo tema chiediamo ai Cittadini rispettosi delle regole di segnalarci questi comportamenti incivili”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.