Gli alpini di Gallarate tornano a cantare: il concerto di Natale del Coro Penna Nera

Il gruppo ha dovuto adattarsi alle nuove esigenze di pandemia, ma torna ad esibirsi con un appuntamento tradizionale, il concerto natalizio. Quest'anno in basilica e con una forte impronta di solidarietà

Coro Penna Nera Gallarate

Torna il Natale in musica con gli alpini: è il tradizionale concerto che viene offerto alla città di Gallarate dal Coro Penna Nera, apprezzato ensemble con la penna nera attivo dal lontano 1959. Quest’anno il concerto si terrà il 18 dicembre alle ore 21:00 nella Basilica di Santa Maria Assunta, «grazie alla gentile concessione di Mons. Riccardo Festa» spiega Daniele Passerini, del coro.

«Sarà un Concerto senza le spettacolari scenografie alle quali chi ci segue da tempo era ormai abituato e che ci hanno sempre contraddistinto. Sarà un Concerto di ripartenza; un Concerto per affermare la nostra voglia di cantare, di trasmettere emozioni, sorrisi, solidarietà e voglia di andare avanti. Sarà un Concerto per la Città di Gallarate, per il Progetto “Casa di Eurosia” promosso dalla Comunità Pastorale San Cristoforo, per ogni persona presente e per ogni persona cara che non è più tra noi. Sarà un Concerto al quale non si potrà mancare».

(per informazioni sul concerto:  393 90 48 399 info@coropennanera.it )

L’appuntamento è naturalmente condiviso anche dal Gruppo di Gallarate dell’Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Varese. Il Coro Penna Nera, nasce nel lontano 1959 come Gruppo Corale proprio dentro al Gruppo Alpini di Gallarate.

Coro Ana Penna Nera Aps

Naturalmente in sessant’anni e più di attività cambia anche il contesto normativo e così all’inizio del 2021 l’assemblea dei soci ha deciso di trasformare la forma giuridica in una associazione di promozione sociale denominata “Coro Ana Penna Nera Aps».

«La decisione è giunta allo scopo di uniformare il Coro alle disposizioni relative al cosiddetto Terzo Settore» continua Passerini. «Ci siamo chiesti come, in un periodo particolare senza esibizioni e concerti, dare il nostro contributo alla Città di Gallarate. La richiesta da parte della Dirigente del Liceo L. Da Vinci di V.le dei Tigli giunge a proposito. Obiettivo: garantire il distanziamento degli alunni all’ingresso al Liceo. Risposta: gruppo di una decina di Coristi e alcuni Alpini, tutti rigorosamente con il Cappello Alpino, presenti per due settimane. Quindi il Coro è cambiato, nei quasi due anni appena trascorsi è cambiato anche il modo di esercitarci. La pandemia ha lasciato il segno anche nel Coro. Ma abbiamo reagito. Abbiamo attivato anche noi il “lavoro agile”. Le prove bisettimanali non si sono mai interrotte; utilizzando ogni tipo di risorsa digitale di cui potevamo disporre, guidati dal Maestro Fabio, abbiamo continuato a ripassare le parti e perfino studiare nuovi brani. Non ci siamo arresi; non ci siamo rassegnati ed il Concerto di Natale che vogliamo offrire alla Città di Gallarate ed ai nostri estimatori ne è la prova».

La pandemia ha colpito anche il Coro Penna Nera, a partire dalla scomparsa di Giovanni Bortollon e poi – un anno fa – di Sergio Ginelli, entrambi tra i fondatori del gruppo.  «Piangiamo anche noi i nostri morti. Ma canteremo con più passione e vigore anche per loro».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.