Da Gorla a Saronno, Carabinieri in chiesa per parlare di truffe agli anziani

Da Gorla Minore a Saronno, passando per Castiglione Olona e Marnate, i Carabinieri vanno nelle chiese e nei centri anziani per dialogare con i cittadini sul pericolo delle truffe, di cui aumentano le denunce

carabinieri

Santa Messa del mattino: le preghiere, il Rosario, poi, prima di uscire dalla chiesa, l’ingresso dei Carabinieri.
Accanto al sacerdote e, in alcuni casi, al sindaco, gli agenti arrivano per incontrare i cittadini, in prevalenza gli anziani, che affollano le parrocchie durante i giorni feriali per la Funzione del mattino.

Obbiettivo? Parlare di truffe e di tutte quelle tecniche di raggiro che i malviventi adottano per derubare le loro vittime. Tanti i paesi interessati, appartenenti all’area di pertinenza del comando dei Carabinieri di Saronno: Gorla Minore, Marnate, Tradate, Castiglione Olona, Carnago, Cislago e Saronno.

«Lo scopo è quello di riuscire a catturare l’attenzione degli anziani, anche in previsione delle prossime Festività, un momento in cui l’incidenza dei reati spesso aumenta – spiega il Comandante della compagnia di Saronno Francesco Meddain accordo con le Amministrazioni comunali e le Parrocchie abbiamo dunque pensato di raggiungere i cittadini più “fragili” e maggiormente vittime di truffe, per spiegar loro quali meccanismi utilizzano i criminali per conquistare la loro fiducia e poi derubarli. Abbiamo iniziato a presentarci nelle chiese e nei centri anziani: il lavoro di prevenzione è importante quanto la repressione e gli incontri in questi luoghi permettono di abbattere le barriere istituzionali, si crea un dialogo più diretto con le persone. E’ importante che passi il messaggio che può capitare a tutti di essere truffati e quando avviene occorre denunciare subito, affinchè le Forze dell’Ordine possano bloccare subito i malviventi che si muovono in una determinata zona. A volte le persone derubate si vergognano per quanto capitato loro: non è una colpa cadere in queste tecniche di raggiro, può succedere davvero a tutti. Per questa ragione occorre essere sempre all’erta e non aver mai timore di contattare noi agenti» conclude Medda.

Contrasto alle truffe ai danni delle fasce deboli, campagna informativa dei carabinieri di Saronno

L’incontro gestito dai Carabinieri del comando di Gorla Minore è avvenuto venerdì mattina in chiesa san Lorenzo: a presenziare il maresciallo Giuliano Antonino, che racconta del dialogo costruttivo instauratosi con gli anziani presenti: «Questi momenti sono sicuramente molto positivi: si crea un canale diretto di comunicazione e si riesce a parlare in modo efficace con le persone. Purtroppo i malviventi continuano a prendere di mira i soggetti più fragili: negli ultimi tempi ci sono state parecchie denunce e segnalazioni di tentate truffe e per questa ragione è importante spronare la gente ad una maggiore attenzione. L’incontro con i cittadini di Gorla è stato proficuo, ci hanno informato che alcuni anziani hanno poi raccontato alle loro famiglie della nostra presenza in chiesa: un segnale positivo senza dubbio».

chiesa san lorenzo gorla minore
La parrocchia san Lorenzo di Gorla Minore, dove venerdì è avvenuto l’incontro dei Carabinieri con i cittadini

Rammaricato di non aver potuto partecipare il sindaco Vittorio Landoni, che tiene però ad esprimere il suo apprezzamento per l’iniziativa: «Si tratta di misure importanti, che aiutano i nostri anziani a non sentirsi soli e a tenere alta l’attenzione sulle azioni di questi criminali senza scrupoli. Grazie a don Pierluigi per la disponibilità e grazie al comando dei Carabinieri per l’efficace azione sul territorio».

Santina Buscemi
santina.buscemi@gmail.com

Amo raccontar dei paesini, dove la differenza la fanno le persone comuni che si impegnano in piccole associazioni. È di loro che scrivo..e mi emoziono sempre un po'. Anche questo è VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.