La Pro Patria al Martelli di Mantova per uno spareggio salvezza

Nell’anticipo di domani, sabato 11 dicembre, i tigrotti ospiti dei virgiliani. Prina: “Sfida delicata: vietato uscire dalla partita prima del fischio finale”. Il match live su #direttavn

Pro Patria - FeralpiSalò 0 a 2 4-12-2021 (ph. Roberta Corradin)

Sarà un match delicatissimo quello di domani, sabato 11 dicembre, tra Mantova e Pro Patria, gara valida per la diciottesima del Girone A di Serie C.

Al Martelli di Mantova, nella terra natia di Virgilio, le squadre scenderanno in campo nell’anticipo delle 14:30 in una sfida non ancora definitiva per le sorti del campionato ma che già rappresenta un primo bivio nella “selva oscura” in cui rischiano di incappare i tigrotti di Busto Arsizio. Sotto l’aura del più celebre tra i poeti classici (le cui esequie si trovano tuttavia a Napoli) il verdetto di domani dirà inferno, purgatorio o paradiso?

Lasciando da parte la Divina Commedia e la divinazione quello che è certo è che a tre turni dalla fine del girone di andata la classifica vede virgiliani e i ragazzi di mister Prina appaiati in piena zona playout con 16 punti conquistati in 17 partite. Alle loro spalle solo Legnago, Pro Sesto e la Giana. Un ruolino di marcia da praticamente un punto a partita, media nata non a caso dai tanti pareggi: sette quelli bustocchi, dieci quelli mantovani, l’ultimo rimediato la scorsa domenica all’ultimo secondo di gioco quando la Pergolettese è stata beffata con uno sfortunato autogol del suo portiere Galeotti che ha visto sbattersi il pallone sulla schiena e poi in rete. Il tutto mentre la Pro Patria usciva dallo Speroni sconfitta 2 a 0 contro la FeralpiSalò.

L’ultima partita del Mantova è stata decisa da un episodio, come spesso capita quando tra i contendenti c’è molto equilibrio e poco ci si sbilancia per paura di perdere. Ed è questo l’aspetto su cui l’allenatore della Pro Patria Luca Prina ha voluto mettere il focus alla vigilia dello spareggio salvezza di domani.

«In questo momento entrambe le squadre devono ritrovare la giusta serenità – ha commentato il tecnico di origini biellesi, che chiede ai suoi concentrazione -. In queste gare le situazioni di palla inattiva possono incidere sul risultato finale. Più che dal punto di vista del gioco servono infatti dei passi in avanti dal punto di vista della mentalità. Serve prendere consapevolezza di cosa significhi giocare partite per salvarsi: giocare queste partite significa non uscire mai mentalmente dal campo durante i novanta minuti, avere la forza di superare le difficoltà che si trovano nelle gare delicate. Aspetti che dobbiamo portare in campo, domani a Mantova e poi durante tutte le prossime partite. Contro il Salò il primo gol è arrivato su palla inattiva, su questo dobbiamo migliorare perché episodi del genere incidono molto. Nonostante la qualità mostrata dai nostri avversari, la nostra partita contro la FeralpiSalò è stata comunque una partita di livello, mascherata dalla sconfitta. Noi dobbiamo ripartire dagli aspetti positivi che domani si devono tradurre in risultati, soprattutto contro avversari del nostro livello».

Se la squadra vorrà evitare la retrocessione diretta (improbabile ma mai porsi con arroganza nei confronti di chi sta dietro) e le sabbie mobili dei veri spareggi salvezza occorrerà dunque il famigerato “atteggiamento da finale” – la prima di una lunga serie, ovvero tutto il calendario del ritorno. Un ridimensionamento rispetto alla scorsa stagione quando gli spareggi dei tigrotti erano quelli per la promozione? Non secondo Prina, che come abbiamo più volte riportato, ha sempre sottolineato quali fossero gli obiettivi di inizio stagione e le difficoltà di intraprendere un nuovo ciclo, senza considerare il passaggio di proprietà lampo al Consorzio Sgai dello scorso novembre.

«Avevo ben chiaro quello che poteva essere il campionato della Pro Patria – sottolinea il tecnico -. Su questa considerazione, ovvero sul fatto di trovarci a fine campionato con cinque squadre da mettere dietro, c’è tanto della chiave del lavoro che dobbiamo portare avanti. Ribadisco un concetto già espresso: più compattezza c’è e prima tutti si renderanno conto che questo focus deve essere visto come un obiettivo importante all’interno di un momento non facile, sotto tanti aspetti.  Se le considerazioni vengono fatte sulle stagioni addietro si perde allora  il nostro focus e questo non aiuta nessuno. Noi e la squadra siamo determinati e convinti nel raggiungere questo obiettivo, anche sarà un cammino lungo e difficile».

Luca Prina - conferenza stampa

Out Banfi, Lombardoni e Vezzoni. Diffidato Bertoni

Capitolo convocati: la buona notizia è il rientro sulla fascia sinistra di Pizzul dopo la squalifica scontata. Questo permetterà a centrocampo di far tornare Galli in mediana come mezzala e riposizionare Nicco a destra a dare supporto al regista (diffidato) Bertoni.

Continua invece quella che sembra essere una maledizione scagliata contro il reparto offensivo. Ad aggiungersi alla lista degli infortunati questa settimana è infatti ancora una volta, un attaccante, Banfi. Resta quindi da sciogliere il dubbio se a Mantova a far reparto con Parker sarà Castelli (il migliore contro la FeralpiSalò) o Piu, che potrebbe finalmente essere a disposizione per tutti i 90 minuti. Finora Prina non ha praticamente mai avuto opzioni disponibili, trovandosi costretto a schierare i soli uomini arruolabili nel suo scacchiere. Ma adesso che può almeno contare sui titolari è arrivato il momento in cui il mister può e chiede alla squadra più gol che si devono convertire poi in più punti.

«Troppi pareggi? Siamo quasi alla fine del girone di andata, sicuramente certi numeri dicono già qualcosa – risponde Prina -. Siamo due squadre con numeri non elevati per quanto riguarda i gol segnati. Un dato che probabilmente incide anche sul risultato finale e che vogliamo migliorare, perché per salvarsi devono esserci anche i numeri importanti dal reparto offensivo. Capisco il perché finora i nostri attaccanti hanno fatto meno gol rispetto al loro potenziale (alludendo ai molteplici infortuni che hanno condizionato le scelte del mister) ma ho fiducia e so che recupereranno».

DIRETTAVN – Il racconto della partita è già iniziato sul nostro liveblog (GUARDA QUI). Potrete seguire il nostro live commentando in tempo reale e interagendo con l’hashtag #DirettaVn sui social.

ARBITRI – Sarà Valerio Pezzopane della Sezione di L’Aquila ad arbitrare Mantova – Pro Patria. A completare la terna, gli assistenti Marco Orlando Ferraioli della Sezione di Nocera Inferiore e Franco Iacovacci della Sezione di Latina. Quarto Ufficiale Dylan Marin della Sezione di Portogruaro.

CLASSIFICA – Südtirol 43 – Padova 37 – Renate 36 – FeralpiSalò 35 – Triestina 27 – AlbinoLeffe 23 – Seregno 22 – Virtus Verona, Juvenuts U23 21 – Trento, Piacenza, Pro Vercelli, Lecco 20 – Fiorenzuola 19 – Pergolettese 17 –  Mantova 16, PRO PATRIA 16 – Legnago 15 – Pro Sesto 14 – Giana Erminio 13.

 

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.