Un “cross” da San Siro ad Angera: in Comune l’incontro sul futuro della Scala del Calcio

L'appuntamento è per sabato 4 dicembre alle 21.10. Interverranno: Beppe Dossena, Dj Gibba, Massimo Buscemi e Bruno Ceccarelli intervistati dal giornalista Giulio Peroni

giulio peroni

Abbattere o ristrutturare lo stadio “Meazza“? La questione di un nuovo stadio a San Siro, più che mai infuocata, sta dividendo opinione pubblica, politica, sentimenti. Angera, in provincia di Varese, per una notte diventa teatro del dibattito assieme ad un grande campione di calcio nato e cresciuto nel quartiere San Siro, Beppe Dossena, un noto Dj, Gibba di Radio 105, un attore caratterista, Massimo Buscemi, e il presidente della commissione Rigenerazione urbana del comune di Milano, Bruno Ceccarelli.

Si cercherà di capire pro e contro di una scelta imprenditoriale, culturale, urbanistica e soprattutto esistenziale di un’intera città. Organizzatore ed arbitro della serata, organizzata in collaborazione con CortoMaggiore, sarà il il giornalista Giulio Peroni. «Il tema San Siro coinvolge tematiche trasversali ed interdipendenti – dice Peroni -. L’incremento della redditività’ di Milan e Inter, la sostenibilità’ ambientale, ma anche il rispetto della bellezza, la memoria storica. Tutti elementi fondamentali di un progetto razionale e credibile. Il Meazza è ancora considerato tra gli stadi più belli al mondo. Si potrà trovare un punto di incontro?» .

La scelta di Angera per un dibattito aperto, più contenutistico che tecnico, non è casuale.  «L’amministrazione comunale ha dimostrato sensibilità su questo tema – continua Peroni – e dato la sua disponibilità per questa serata. Perciò con Pierluigi e Gianluca Parnisari di CortoMaggiore si è deciso di dare vita a un evento su un tema centrale, milanese, persino internazionale».
Non più di due settimane fa il grande network tv arabo, il colosso Bein Sports, ha intervistato Peroni dedicando un servizio al destino dello stadio di San Siro.

Nonostante la trasversalità del tema e il dibattito più che attuale, la domanda sorge spontanea: che cosa c’entra Angera con lo stadio di San Siro? «La prima risposta non è tecnica ma romantica – risponde Peroni – Angera è emozione, unicità, bellezza. In una battuta: Angera come San Siro rappresenta la centralità di un sogno. Nel caso di un ipotetico nuovo impianto, bisogna capire se esistono margini di bellezza e costruzione del sublime. Sarà una serata brillante, ad alto tasso emozionale. La scelta trasversale degli ospiti, rappresentanti dello sport, dello spettacolo e della politica, e’ pensata per un contraddittorio vivace. Tanto cuore, un po’ di pragmatismo e poca forma». L’appuntamento è per sabato 4 dicembre con inizio ore 21.10 presso la Sala Consiliare di Angera, in via Cavour. La serata sarà trasmessa in diretta streaming all’indirizzo del comune di Angera sul canale Youtube e sulla pagina Città di Angera di Facebook.

Un progetto “made in Varese” per salvare San Siro, lo stadio di Milano

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.