Festa biancorossa a Varese: l’Academy trionfa nella Legabasket Next Gen Cup

Davanti al pubblico amico la squadra di Stefano Bizzozi domina anche la finalissima: Treviso travolta 112-84. Il 16enne Zhao votato MVP della partita

Una marcia trionfale senza apparenti ostacoli, una festa sul campo di casa, un pieno di fiducia verso il rush finale della stagione giovanile. L’Academy Varese solleva al cielo la Next Gen Cup, il trofeo dedicato alle squadre under 19 di Serie A, e lo fa al termine di un intero torneo giocato da dominatrice. Cinque vittorie tra il girone di Pesaro e le Final Four di Masnago, un oceanico 112-84 inflitto in finale a Treviso dopo l’altrettanto netta vittoria su Cremona. E un nugolo di giocatori di cui prendere nota per il futuro in attesa di rivederli in campo nelle varie fasi finali dei campionati italiani.

Sei, alla fine, i biancorossi in doppia cifra in una partita giocata per 35′ a un ritmo da 120 punti, a dimostrazione di come i ragazzi di coach Stefano Bizzozi – un tecnico con esperienza da capo allenatore in Serie A abbiano letteralmente tritato gli avversari. E come già detto per Cremona, i rivali non erano certamente dei carneadi: la Nutribullet ha in organico diversi ragazzi interessanti (a partire dal top scorer odierno, Leonardo Faggian, 29 punti) ma contro l’intensità difensiva di Varese e la facilità biancorossa nel fare canestro, anche la compagine veneta poco ha potuto.

L’Academy, tra l’altro, non è neppure al massimo del proprio potenziale, tra gli assenti per nazionale (gli argentini Villa e Marchiaro), gli infortunati (Bogunovic) e la necessità di gestire una serie di impegni importanti nei vari campionati affrontati da questo gruppo. Che ha avuto ottime cose dai “prestiti” (Cavallero, Marangoni, Mazzotti) ed è stato capace di mettere in vetrina i propri ragazzi di punta. Se Librizzi e Virginio avevano dominato la semifinale, oggi i riflettori hanno illuminato la prova di Weilun Zhao, classe 2005 (compirà gli anni a settembre), capace di infilare 21 punti con un solo errore dal campo ma anche di danzare palla in mano e gestire alla perfezione i ritmi dell’attacco. Per lui il premio di MVP della finale che completa il “cappotto biancorosso” nella manifestazione voluta da Legabasket.

Varese ha preso in mano il match fin dal principio trovando di volta in volta gli uomini più caldi, più liberi, più precisi per fare canestro. E nel contempo ha stretto le maglie in difesa a sufficienza per far capire a Treviso che non ci sarebbe stata gara. Anche nel momento migliore degli ospiti – nel terzo quarto – Varese ha riacceso i reattori in tempo (con Librizzi determinante) e rimesso in linea la partita. Una prova di forza senza appello che ha consegnato ai giovani biancorossi un trofeo meritatissimo.

Weilun Zhao
Zhao premiato MVP

LA PARTITA

Q1 – Dopo un miglior avvio di Treviso, l’Academy piazza uno 0-11 di parziale con Filipovic subito bollente al tiro. Un primo strappo che non basta a spaventare la Nutribullet che risale sino al -1 in diverse occasioni anche se Varese (schiacciatona Virginio) tiene la tesa. Nel finale i biancorossi allungano con Librizzi, Cavallero e la tripla di Mazzotti che vale il 17-25.
Q2 – E’ però il secondo periodo quello della vera fuga che non nasce subito perché per qualche minuto c’è un botta e risposta piuttosto fitto. Notevole l’impatto di Cavallero, 10 punti nel periodo, affiancato da Mazzotti e quindi da Zhao che taglia in due la difesa e trova punti anche da lontano. Nel giro di pochi minuti i veneti si ritrovano a -23 e vengono colpiti anche da Guimdo (da post e da 3). Tre liberi di Vettori e la schiacciata di Faggian a fil di sirena riportano il divario sotto i 20, 40-61.
Q3 – Dopo la pausa la Nutribullet prova il tutto per tutto, si aggrappa a Faggian e nel giro di pochi minuti riesce, in modo inatteso, a riportare il divario sotto i dieci punti. Al -8 però riappare Matteo Librizzi: il play mette quattro punti consecutivi, Virginio aggiunge una tripla e Cane schiaccia in tap-in. In un amen il tabellone dice +15 Varese e da lì in poi non cìè più storia. Librizzi si congeda sul 66-88 dopo un’azione clamorosa (rubata, contropiede, canestro e fallo) e allora riparte Zhao che prima della sirena insacca con un numero il 66-90.

FINALE

L’intensità non cala nonostante il divario, e non cala nemmeno la produzione offensiva di Varese, dove Zhao macina difese e strappa applausi a scena aperta. Dopo meno di 3′ il divario arriva a sfiorare i 30 punti. Quota 100 è affare di Zhao che centra il titolo di miglior marcatore biancorosso e pure quello di MVP. Solo nei 5′ finali l’uragano si placa tra gli applausi del pubblico di Masnago, felice di vedere i ragazzi di casa in trionfo. Termina 112-84 e mai più risultato fu più giusto.

NUTRIBULLET TREVISO – ACADEMY VARESE PALLACANESTRO 84-112
(17-25, 40-61; 66-90)

TREVISO: Faggian 29 (9-11, 2-5), Vettori 14 (4-10, 1-6), Poser 8 (4-6, 0-4), Ronca 12 (2-3, 2-4), Martin (0-3, 0-1); Marin 2 (0-1 da 3), Tadiotto 2 (1-4), Torresani 12 (6-9, 0-2), De Marchi, Guidolon, Falqueto 5 (2-2, 0-1). All. Sfriso.
VARESE: Librizzi 15 (6-8), Filipovic 13 (3-4, 2-3), Marangoni (0-1), Virginio 13 (3-5, 2-10), Cane 7 (3-5); Cuttini, Cavallero 18 (8-11, 0-2), Tornatore, Guimdo 9 (3-5, 1-1), Mazzotti 14 (5-7, 1-2), Bongiovanni 2 (1-1), Zhao 21 (6-7, 2-2). All. Bizzozi.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.