I miei commenti (56)

  1. L’importanza di affidarsi sempre a vettori strutturati e con una storia alle spalle, anche se ciò comporta un prezzo maggiore.
    Troppe volte si prenotano viaggi al miglior prezzo, soprattutto nelle scuole, o magari dall’autista in pensione, senza pensare che queste persone non sono soggette ai rigidi controlli tossicologici e di idoneità ai quali invece vengono periodicamente sottoposti gi autisti regolarmente assunti.
    Anche la manutenzione dei mezzi, la loro funzionalità, la possibilità di un rapido intervento in caso di guasto in strada, concorrono ad avere un prezzo magari più alto ma che permette a voi ed ai vostri figli di viaggiare sereni e in sicurezza. Meglio spendere 10 euro in più a testa e star tranquilli che magari doverne spendere 3000 per un funerale poi.

    in Alla guida del bus turistico da ubriaco, fermato dalla Polstrada

    7 maggio 2019 alle 0:57
  2. Caro Direttore, caro anonimo, personalmente, al contrario del lettore che scrive, penso che NON ci sia bisogno di gente come Mimmo Lucano. E a pensarla come me, oltre agli elettori del comune di Riace, che con il voto alle elezioni comunali si son ben guardati dal volerlo anche solo in consiglio comunale seppur in minoranza, hanno, quale messaggio incontrovertibile, eletto un sindaco della Lega.
    Aggiungerei che, oltre ai cittadini di Riace, anche una larghissima maggioranza dei votanti italiani,il 34%, la pensa esattamente come me e come loro.
    Di buonisti approfittatori della stregua di Lucano, ne abbiamo a bizzeffe, in parlamento come ai Parioli, in spiaggia a Capalbio (altro comune ora a guida leghista), come negli attici di New York.
    Questi signori, relegati dal voto democratico a comparse inutili della politica, dovrebbero capire che il popolo italiano è per l’accoglienza si, ma non per l’invasione.
    Per anni i governi di sinistra, come ammesso dalla stessa Bonino e in ultima fase da Padoan, hanno barattato condizioni economiche migliori in Europa con lo sbarco indiscriminato di CLANDESTINI senza documenti sulle nostre spiagge. Ora però, la gente si è stufata e dal 4 marzo 2018 in avanti lo ha fatto ripetutamente capire a Lucano e kompagni.
    Pertanto, citando con qualche modifica un vecchio fil in biancho e nero, fatevene una ragione: è la democrazia bellezza, e nessuno la può fermare!

    in “Non lasciamo solo Mimmo Lucano”

    17 giugno 2019 alle 14:57
  3. Vi prego di parlare anche di noi, dei 70000 italiani costretti ad andare a lavorare senza alcuna garanzia o tutela.

    Partirei da qui per evidenziare l’ipocrisia e la sfacciataggine di questa lettera. Gente che per mera convenienza economica personale ha “sfanculato” il proprio Paese preferendo andare a lavorare in Svizzera, adesso scrive di essere COSTRETTA. Da chi esattamente? Da quale legge?

    Paese che vai, sanità e misure di tutela che trovi. Troppo comodo pagare le tasse rossocrociate e volere le tutele tricolori. Qui c’è gente a casa in ferie obbligate che non sta lavorando, città chiuse come in guerra, li invece state lavorando regolarmente e avete anche il coraggio di lamentarvi.
    Quando scegliete di andare a lavorare in Svizzera, magari vantando verso i vostri ex colleghi stipendi doppi o tripli, considerate tutti gli aspetti, tutti. E ricordatevi sempre che siete ospiti in casa di altri, spesso nemmeno tanto ben visti.

    in Io, barista frontaliera, costretta a lavorare senza tutele per la salute

    11 marzo 2020 alle 19:51
  4. Vorrei ricordare al piddino zelante, oltre che ai lettori, che da Boeri si aspettano ancora risposte in merito agli ammanchi di circa il 20% sugli assegni famigliari di quando era presidente INPS, documentati da un bel servizio delle Iene che trovate online. Ancora una volta il PD non perde occasione per tentare di piazzare i suoi impresentabili anche qui in Lombardia, dove per fortuna i cittadini da quasi 30 anni schifano nelle urne lo stesso PD e tutte le sue forme precedenti con nomi diversi, relegandoli al ruolo di fastidiosa e inutile opposizione.

    in “Una cabina di regia guidata da Tito boeri per la ripartenza economica lombarda”

    8 aprile 2020 alle 8:00
  5. Un’infilata di vaccate in un solo articolo, degna di Varese News. Già dal titolo.

    Primo, non è un parcheggio bus ma un capolinea. Cosa ben diversa. In un parcheggio bus ci accedono tutti i bus di qualunque azienda, in un capolinea solo i bus (in questo caso extraurbani) che da li devono partire, con autorizzazione dell’ente concessionario.
    Secondo, i bus vengono spostati non per far spazio al mercato, ma per poter iniziare i lavori di demolizione del capolinea esistente e l’avvio dei lavori di costruzione del nuovo.
    Le bancarelle del mercato con ottobre, si presuppone siano già tutte in piazza Repubblica.
    Terzo, la Regione non c’entra assolutamente nulla con le decisioni relative a questo spostamento.
    Quarto, si sa già benissimo quando verrà spostato il capolinea e a tempo debito verrà comunicato all’utenza.
    Quinto, nulla c’entra il COVID con tutta questa vicenda.
    Ancora una volta, Varesenews disinformato e poco professionale.

    in Sorpresa: un parcheggio per bus al posto del cantiere delle stazioni in viale Milano

    15 maggio 2020 alle 7:46
  6. Questo Vellone Leghista…chissà se nel fare il progetto del nuovo piazzale Kennedy ne hanno tenuto conto….e se ne hanno tenuto conto, nessuno si è domandato se dopo 100 anni forse serviva manutenzione? Sa..il progetto del Piazzale Kennedy nuovo è risalente a dopo la fondazione del PD….ma questa e un’altra storia inFelice…

    in Voragine di 4 metri: il Vellone “buca” la piazza del mercato

    23 luglio 2018 alle 18:08
  7. E tutti quelli che si chiamano Felice come gente che scrive cose senza senso.
    Forse, ma dico forse, non le e chiaro che il mio “astio” come lei lo chiama, nulla ha a che fare con i profughi, ma bensì con chi vi lucra sopra. Partendo da chi siede a Palazzo Chigi per arrivare alle cooperative rosse che fanno fior di quatrini NOSTRI su questa vicenda, che ci sta costando quanto una manovra finanziaria all’anno. Capisco che per lei il concetto sia di difficile comprensione, forse se provasse a leggere i commenti prima di replicare eviterebbe figure da qualunquista polemicone

    in I profughi giocano a calcio, il gestore fa manutenzione al campo sportivo comunale

    25 ottobre 2017 alle 20:08
  8. Si…ma il comune avrebbe potuto anche tranquillamente ristrutturare il centro sportivo senza il bisogno A di avere un centro immigrati magari indesiderato(visto che lei stesso ci dice che non hanno voce in capitolo sulla location del centro) e B senza dover far passare i soldi dallo stato che a sua volta ingrassa la KB srl,che a questo punto è a tutti gli effetti un’azienda con ovvio scopo di lucro e che per ottenere tale lucro usa delle persone. Questi sono i risultati di un governo di sinistra, buonista e che non vede i problemi dei suoi cittadini ma solo le convenienze economiche che l’immigtazione porta alle associazioni rosse, siano esse coop o srl. Speriamo di votare presto…

    in I profughi giocano a calcio, il gestore fa manutenzione al campo sportivo comunale

    24 ottobre 2017 alle 22:43
  9. Concordo in pieno!

    in Ciclista investito a Oltrona al Lago: è morto

    5 settembre 2017 alle 19:01
  10. Felice carissimo non mi sembra ne di essere agitato ne tantomeno di augurare il male a nessuno..ho solo fatto un’osservazione in merito ad un comportamento sbagliato reiterato da una “certa” categoria di utenti della strada, non identificabili per mezzo di targhe e quindi difficilmente sanzionabili. Ci sono gli idioti che viaggiano in seconda corsia con le autostrade deserte e ci sono gli idioti che in bici si sentono padroni delle pubbliche vie…politici o meno che siano…be happy Felice

    in Puntine sulla strada, “strage” di biciclette

    10 luglio 2017 alle 7:42

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Lettere (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)