Parcheggio Prima Cappella, no del centrosinistra

Galimberti: "Pronti gli atti di revoca". Tanti cittadini al presidio di sabato 9 aprile

Manifestazione prima cappella 9 aprile 2016

Pomeriggio di presidio alla Prima Cappella del Sacro Monte organizzato dal movimento civico Varese 2.0 per ribadire il no al progetto del parcheggio. All’iniziativa ha partecipato l’intera coalizione di centrosinistra che alle elezioni appoggia il candidato sindaco Davide Galimberti. In prima fila Daniele Zanzi, lo stesso Galimberti, il consigliere comunale Pd Andrea Civati e Dino De Simone di Progetto ConcittaDino arrivato in bicicletta un po’ a metafora delle idee alternative del centrosinistra sul futuro del borgo: pedonalizzazione, potenziamento dei mezzi pubblici e valorizzazione dell’economia e dell’arte del Sacro Monte.

image

Daniele Zanzi ha elencato le cifre e le tappe di un progetto che giudica inutile accusando l’amministrazione di aver dichiarato diverse bugie (questo il motivo dei nasi di cartone e dei Pinocchio esposti al presidio): “Le spese sostenute dal comune per questo progetto sono state sottratte al bilancio degli anni passati al posto di essere usate per asfaltare le strade. Oggi scadevano i termini entro i quali poter recedere. Il comune non ha espropriato il terreno e quindi probabilmente dovrà tirare fuori circa 50 mila euro per l’occupazione e su questo non c’è chiarezza. Inoltre non consideriamo la ditta vincitrice adeguata a realizzare un progetto come questo. Fontana va dicendo che abbiamo estorto 5 mila firme dà degli stupidi e creduloni a 5 mila cittadini”. Zanzi ha proposto come soluzione alternativa la creazione di un parcheggio nell’area vicina alla chiesa Kolbe e il potenziamento delle corse.

image

Davide Galimberti, che nel corso della mattinata ha visitato il borgo del Sacro Monte incontrando le realtà commerciali e quelle ecclesiali per poi raggiungere il presidio, ha dichiarato: “C’è stata l’occasione storica di bloccare il progetto con la recente interruzione ma purtroppo qualcuno oggi vuole fare ugualmente il parcheggio. Noi revocheremo il giorno dopo la vittoria elettorale tutti gli atti relativi a questa procedura e impiegheremo realmente risorse per promuovere il Sacro Monte. Abbiamo già pronti gli atti di revoca e li pubblicheremo a breve”. Il candidato sindaco di centrosinistra ha parlato anche delle esigenze emerse dalle visite del mattino: “Tutte le persone incontrate mi hanno chiesto maggiore attenzione alla promozione e alla valorizzazione. Ho promesso agli esercenti di avviare un tavolo di lavoro per far sì che il borgo possa rinascere creando sinergie e confronti perché le scelte siano condivise. Mi sono ripromesso di tornare e avviare questo tavolo ai primi di luglio.”

Galimberti ha anche sollecitato il candidato sindaco di centrodestra Paolo Orrigoni a prendere posizione sul tema.

Presente anche il consigliere comunale Pd Andrea Civati che non ha risparmiato critiche all’amministrazione e ha lanciato una provocazione al sindaco Fontana: “È imbarazzante per questa amministrazione vedere che tutti i sostenitori del progetto si stiano sfilando uno a uno. Anche Malerba ora parla di referendum. Fontana continua a cercare alibi. Se è convinto che sia da fare, che lo affidi alla seconda ditta in graduatoria”

Al presidio ha preso parte anche il segretario del Pd cittadino Luca Paris.

di david.mammano@gmail.com
Pubblicato il 10 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.