Sentenza definitiva: Giuseppe Pegoraro sconterà l’ergastolo per l’omicidio di Laura Prati

"Finalmente possiamo archiviare una vicenda processuale che ogni volta rievocava momenti difficili", ha dichiarato subito dopo la sentenza il figlio di Prati che si trovava a Roma per seguire la decisione dei giudici

giuseppe pegoraro
giuseppe pegoraro

È stato confermato l’ergastolo per Giuseppe Pegoraro, l’ex-vigile urbano che il 2 luglio del 2013 fece irruzione nell’ufficio della sindaca Laura Prati sparando e colpendo lei e il suo vice Iametti.

Laura Prati morì dopo tre settimane in ospedale e oggi, a Roma in Cassazione, è stata confermata la condanna per Pegoraro, il suo assassino, che dovrà scontare la detenzione a vita per quello che ha fatto.

«Siamo contenti della decisione dei giudici anche se nulla e nessuno potrà ridarci indietro mia madre. Finalmente possiamo archiviare una vicenda processuale che ogni volta rievocava momenti difficili», ha dichiarato subito dopo la sentenza Massimo Poliseno, il figlio di Laura Prati che si trovava a Roma per seguire la decisione dei giudici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.