“Due ruote per la Moldova”

Da Besozzo a Chisinau, 2.400 chilometri in bicicletta con i bambini moldavi malati di diabete nel cuore

L’impresa, ideata dall’Associazione di Promozione Sociale Italia-Moldavia (onlus) di Besozzo, avrà il duplice scopo di incentivare i legami socio-umanitari e culturali tra la Repubblica Moldova e la Provincia di Varese e di contribuire alla promozione di una raccolta fondi da destinare ad un progetto in favore dei bambini moldavi malati di diabete.

"Questo straordinario gesto sportivo ed umanitario – dicono dall’associazione – , verrà realizzato il prossimo mese di agosto da Biagio Marelli, un appassionato ciclista ed esperto viaggiatore internazionale su due ruote. Prima della partenza fissata per Lunedì 4 Agosto, il ciclista incontrerà alle ore 11.30 il sindaco di Besozzo Sen. Fabio Rizzi, presso il Municipio, per un saluto beneaugurate".
Si invita pertanto a sostenere vivamente questa eccezionale iniziativa, contribuendo alla realizzazione degli obiettivi umanitari previsti: la ristrutturazione del Reparto di Diabetologia Pediatrica dell’Ospedale Repubblicano "E. Coţaga" di Chisinau.
Con un piccolo contributo di 10 euro per ogni chilometro che separa la Repubblica Moldova dalla nostra provincia, si riuscirà a raccogliere la somma necessaria per la realizzazione dei lavori.
I contributi potranno essere versati:
1. mediante versamento sul conto corrente postale n° 38987434 intestato all’Associazione di Promozione Sociale Italia-Moldavia (onlus), indicando nella causale: Progetto "Due ruote per la Moldova";
2. mediante versamento con bonifico al conto corrente bancario 1761/15 dell’Agenzia di Cocquio Trevisago del CREDITO VALTELLINESE (codice IBAN: IT 45 H 05216 50680 000000001761) indicando nella causale: Progetto "Due ruote per la Moldova";
3. mediante versamento con assegno bancario intestato all’Associazione di Promozione Sociale Italia-Moldavia (onlus) od in contanti presso la sede sociale di Besozzo (VA).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore