Futuro e Libertà chiede di rivedere la convenzione con Aslam

I finiani contro l'uso gratuito degli spazi comunali di San Macario concessi all'agenzia formativa privata vicina a CL

Una sede comunale data in concessione gratis? Non è più sostenibile. Futuro e Libertà chiede di rivedere la convenzione tra Comune e Aslam, l’agenzia formativa che ha sede nel complesso di proprietà dell’ente a San Macario, in via Gelada. Ma anche di valutare eventuali altri soggetti formativi.

La questione è stata sollevata dal consigliere comunale Vitale Monti, ma è condivisa da tutto il partito: «Per lunedì 15 Novembre prossimo è convocata la Commissione Consiliare Consultiva Istruzione Educazione con all’ordine del giorno il rinnovo della convenzione ASLAM. Futuro e Libertà ritiene importante, nonostante il positivo operato dell’Ente di Formazione, che la maggioranza valuti attentamente l’opportunità di un rinnovo della Convenzione sull’utilizzo dei locali di proprietà comunale alle condizioni ora in essere». Il punto è uno, quello dell’uso gratuito delle strutture e «non invece ad un rinnovo a titolo oneroso». Ma i finiani si chiedono se non sia il caso di pensare ad una convenzione con altri enti, anche «con un canone di affitto minimo». In pratica, una richiesta di rivedere nel profondo il rapporto con Aslam, agenzia formativa vicina a CL, che a Samarate ha una delle sue sedi, aperta dal 2001.

I finiani sottolineano in particolare il momento di difficoltà finanziaria vissuto da tutti gli enti locali e la possibilità di ricavare dalla convenzione con operatori formativi del privato sociale nuove entrate: «questi introiti potrebbero essere utilizzati per la manutenzione dei plessi scolastici che sempre più hanno necessità di interventi per il loro mantenimento e che con difficoltà trovano la copertura con gli stanziamenti pubblici». Per questo Futuro e Libertà chiede «un sereno confronto senza barricate» sull’ipotesi di rinnovo o revisione della convenzione, tenendo comunque in considerazione «il servizio che l’Ente ha fornito e continuerà a fornire alla Città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore