Il centrosinistra verso le elezioni, tra liste civiche e primarie

Sinistra e Libertà ha lanciato la proposta delle primarie di coalizione, nel frattempo sta per nascere una formazione autonoma a sostegno dell'ex vicesindaco Edoardo Guenzani, che ha ricevuto la benedizione del Pd

Pochi giorni dopo la scelta di Massimo Bossi come candidato del PdL, anche il centrosinistra si muove in vista delle elezioni. I movimenti, va da sé, sono iniziati da tempo, tra colloqui tra i partiti e apertura alla cosiddetta società civile. Ma nell’arco di una settimana il movimento è diventato reale: da un lato la nascita – data per imminente – di una lista civica autonoma a sostegno della candidatura dell’ex vicesindaco Edoardo Guenzani, dall’altra la proposta di Sinistra e Libertà di tenere le primarie di coalizione. 
 
SEL ha lanciato ufficialmente la raccolta di firme per le primarie. La formazione che a livello nazionale fa riferimento a Nichi Vendola ha comunque già indicato il suo candidato, la consigliera comunale Cinzia Colombo. «Crediamo le primarie uno strumento utile, uno strumento di cambiamento che dissequestra la politica per farla vivere fra la gente, per farla tornare ad essere una proprietà pubblica, un bene comune. I cittadini e le cittadine non possono essere considerati meri elettori a cui chiedere un voto, devono potere collaborare alla presa di decisioni. Partecipare attivamente nella costruzione del centrosinistra e del suo programma. Avere diritto di scelta sulla candidatura a sindaco». Il partito della Sinistra chiede ovviamente che l’intera coalizione si misuri con le primarie, da tenersi «entro la fine dell’anno».

Il segretario del Pd Giovanni Pignataroè però dubbioso: «A Gallarate ci sarà una competizione vera, stiamo lavorando ad una ipotesi a sostegno di una persona di grande capacità, sostenuta da una lista civica autonoma. Le primarie, almeno allo stato attuale, sono superate. Senza contare che avrebbero senso solo con una vera competizione interna, non siamo certo Milano, qui rischia di essere un affare di pochi».
Nel frattempo però si muove anche un’altra novità significativa, la nascita di una lista civica. Autonoma dai partiti, ma saldamente ancorata al centrosinistra, a supporto di un candidato sindaco su cui i partiti si stanno confrontando. Due settimane fa si è svolto un incontro preparatorio, con una grande partecipazione di molti cittadini, in particolare da alcuni rioni, con una forte presenza dalle realtà cattoliche e dell’associazionismo. La lista civica sosterrebbe la corsa di Edoardo Guenzani, ingegnere, presidente della cooperativa sociale IRIS, già assessore all’urbanistica e vicesindaco della giunta guidata da Giuseppe Di Lella, negli anni Ottanta. Guenzani ha il pieno appoggio del Pd, mentre gli altri partiti non si sono ancora pronunciati apertamente sull’ipotesi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore