Dall’inizio dell’anno scoperti 16 evasori totali

Dall'ultima operazione potrebbero venire altre sorprese: scattano i controlli sulle società sospettate di beneficiare dalla falsa fatturazione

Industrie tessili e commercianti di rottami: sono solo alcune dei protagonisti – in negativo – dell’evasione fiscale nel 2012: dall’inizio dell’anno sono già 16 gli evasori totali scoperti dalla Guardia di Finanza della provincia di Varese, con una base imponibile sottratta a tassazione per oltre 14 milioni di euro. L’ultimo, nella zona di Busto Arsizio. E questo senza contare altre operazioni eseguite fuori provincia, ma che hanno coinvolto residenti in provincia, come quella svolta dalla GdF di Magenta. L’attenzione è alta e la maglia dei controlli si fa più fitta: anche dall’ultima operazione potrebbero scaturire nuove sorprese: gli amministratori della società finita nei guai per evasione fiscale a Busto sono accusati anche di aver sovrafatturato ad altre società, permettendo così ai "partner" commerciali di innalzare i costi e abbattere la base imponibile su cui si pagano le tasse. Ora anche su queste società scatteranno ulteriori approfondimenti fiscali da parte dei finanzieri.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 17 Marzo 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.