“Piano, piano, piano”: uno sguardo sulla cultura rurale

Cinema e incontri per raccontare l'utilizzazione del cavallo nell’intervento di miglioramento forestale al Parco Campo dei Fiori. Il primo appuntamento è per giovedì 17 aprile

E’ possibile uno sguardo diverso sul mondo e sulla cultura rurale? Rappresentarli evitandone l’immagine folklorica ed evidenziando piuttosto i saperi contadini e le possibilità dell’agronomia classica? Massimo Crugnola dell’Azienda Agricola Broggini ed esponente di Distretto Rurale, collettivo per l’arte e l’iniziativa concreta, racconta di come la scelta fatta di utilizzare il cavallo nell’intervento di miglioramento forestale realizzato lo scorso inverno al Parco Campo dei Fiori non avesse alternative alla semplice luce del buon senso. Nelle zone boschive meno accessibili si sarebbe potuti intervenire con mezzi meccanici prevedendo per la movimentazione dei tronchi anche un elicottero, soluzioni tutte però piuttosto impattanti dal punto di vista ambientale. Il tema della reintroduzione della forza animale a complemento di quella meccanica ha quindi rappresentato una modalità lavorativa che, con la partecipazione dell’Ente Parco Campo dei Fiori si è tradotto nel video documentario “Piano, piano, piano!” di Marco Tessaro a cui il festival Di terra e Di Cielo dedica con il patrocinio della Fondazione Cariplo tre giornate di presentazione tra proiezioni, convegni, visite guidate e dimostrazioni sul campo curate da Distretto Rurale e Filmstudio ’90.

Le proiezioni, ad ingresso gratuito a partire da giovedì 17 alle ore 21 a Varese presso la Sala Montanari, solleciteranno i convegni di sabato 19 (Museo della Cultura Rurale Prealpina di Brinzio, ore 9,30) e di domenica 20 (Centro Parco ex Dogana Austro-ungarica, Lonate Pozzolo, ore 9,30) entrambi svolti in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate dell’Università dell’Insubria. Al pubblico verrà esposta l’immagine multidisciplinare di una agronomia in grado di comprendere aspetti economici, etici, paesaggistici, ecologici e sociali. Vale segnalare in particolare gli interventi a Brinzio di Fabio Minazzi, Ordinario di Filosofia teoretica (“Il concetto di natura nella storia del territorio” ) ed Ezio Vaccari, Ordinario di Storia della scienza (“Tecnica, lavoro e natura nella storia del territorio”) entrambi dell’Università dell’Insubria oltre a quelli dell’agronomo Guido Locatelli e del naturalista Federico Pianezza dedicati al miglioramento forestale e alle buone pratiche nelle aree protette. A Lonate Pozzolo Fabrizio Fracassi, Consigliere del Parco Lombardo della Valle del Ticino, Angelo Franchi, Dino Massignani, Giorgio Zordan e Gabriele Corti, Presidente di Turismo Verde Lombardia proporranno i temi della sostenibilità ambientale, del ripristino e della fruibilità dei boschi e del consumo del suolo. Le Aziende Agricole Broggini e Locatelli, Roberto Libralato, Andrea Moscardo e Andrea Perotto incontreranno il pubblico per visite guidate e dimostrazioni col cavallo nel pomeriggio di venerdì dalle ore 15 a Villa Cagnola in località Rasa. Il programma patrocinato dalla Provincia di Varese, dal Comune di Varese e dal Comune di Brinzio si svolgerà con la partecipazione delle Comunità Montane delle Valli del Verbano e del Piambello.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore