Nuovo sciopero al Ccr contro i tagli alle risorse

Continua la protesta dei lavoratori del Centro di ricerca. In molti si sono ritrovati alle 12.30 fuori dall'ingresso dell'istituto

Nuova protesta dei lavoratori, nella tarda mattinata di oggi, davanti all’ingresso del Centro comune di ricerca di Ispra. I dipendenti hanno scioperato contro i tagli che l’Unione Europea avrebbe annunciato a seguito delle pressioni di alcuni stati membri. Per gli istituti come il Jrc di Ispra questo potrebbe tradursi anche in tagli al personale, un provvedimento che potrebbe interessare fino a 200 persone secondo le stime dei sindacati. I dipendenti, sostenuti da tutte le sigle sindacali della categoria, si sono ritrovati fuori dai cancelli del centro alle 12.30 per manifestare la propria contrarietà al taglio alle risorse che, oltre a depotenziare le istituzioni e la funzione pubblica europea, potrebbe avere secondo le previsioni dei rappresentanti dei lavoratori, anche degli impatti sulle nuove assunzioni, sugli avanzamenti di carriera, sull’orario di lavoro e sull’età pensionabile.

Leggi anche – Lavoratori in sciopero al Ccr: "Non chiamateci privilegiati"


"Il Ccr è un tesoretto del territorio"

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.