Respinto il ricorso di Fumagalli, il processo resta a Varese

L'ex sindaco voleva lo spostamento a Brescia perché si sentiva vittima di un ambiente ostile, ma la corte di cassazione lo ha smentito

La cassazione ha rigettato il ricorso dell’ex sindaco Aldo Fumagalli con cui aveva chiesto lo spostamento del processo. Secondo il politico, alla sbarra per concussione e peculato, la città che lo aveva votato per ben due volte è diventata un ambiente ostile che condizionerebbe i giudici. Il diniego riaccende così i riflettori sul processo, nel quale hanno già deposto tutti i testi e che è giunto oramai alle battute finali. Il tribunale di Varese ha già fissato una nuova udienza, il 18 dicembre, che tuttavia sarà solo una seduta tecnica, mentre dalla successiva si potrà ascoltare la requisitoria del pm Agostino Abate. Se la cassazione avesse accettato l’istanza il dibattimento sarebbe finito a Brescia. La prescrizione è stata congelata. Fumagalli si appellava all’articolo 45 del codice di procedura penale. La rimessione è stata usata in passato per il processo di piazza Fontana (fu spostato a Catanzaro) o per la strage del Vajont.
L’ex sindaco leghista affermava inoltre che non sarebbe stata ammessa al dibattimento quella che egli considera la prova chiave di tutto il processo. Nel frattempo non è chiaro con che avvocato si presenterà in tribunale, poiché ha dato il benservito al legale che l’aveva assistito per tutto il dibattimento, il noto penalista Cesare Cicorella.

Tutti gli articoli sul processo
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.