Gioco d’azzardo, la pubblicità arriva sul giornalino comunale

Scoppia la polemica in paese per la pubblicità sulla prima pagina del numero di dicembre del periodico. Uboldo Civica: “Comune si dica contrario”. Il sindaco: “Non demonizziamo, viene stampato gratis”

Polemica a Uboldo per la pubblicità del gioco d’azzardo sul periodico comunale. È successo nell’ultimo numero del giornalino diffuso in città a Uboldo nelle ultime settimane, quello riferito al mese di dicembre. Proprio sulla prima pagina del giornalino, in taglio basso, compare la promozione di una “sala slot” di Uboldo, con via e numero di telefono. Nel giornalino sono presenti molte altre pubblicità, ma quella del gioco d’azzardo fa discutere, tanto che è già stata presentata una mozione da parte dell’opposizione di Uboldo Civica.

 

«Sull’ultimo numero del Periodico Comunale (Dicembre 2012), sono comparse alcune inserzioni che pubblicizzano il gioco d’azzardo» si legge nella mozione che hanno presentato i consiglieri del gruppo. Uboldo Civica chiede all’amministrazione comunale di prendere le distanze da quanto accaduto, rifiutando di promuovere la “Ludopatia”, fenomeno che sta colpendo soprattutto le classi meno abbienti della popolazione, come ha recentemente indicato anche un rapporto della Caritas. Documento «dove emerge che i giocatori d’azzardo sono la nuova emergenza sociale, come conferma una recente indagine condotta su un campione di centri di ascolto della Caritas Ambrosiana, gli sportelli che offrono la prima assistenza alle persone più disagiate».

Nella mozione il centrosinistra chiede di approvare una delibera in cui si indica «di comunicare al comitato di Redazione la contrarietà alla pubblicità del gioco d’azzardo sul Periodico Comunale; di conferire all’Assessore ai Servizi Sociali e all’Assessore alla Cultura il mandato di promuovere iniziative culturali/informative volte a sensibilizzare la popolazione locale rispetto alla dipendenza dal gioco d’azzardo; di conferire al Sindaco il mandato di aderire al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”, promosso da Legautonomie Lombardia».

 

Il sindaco Lorenzo Guzzetti si difende e sostiene che «il comune non c’entra nulla, il giornalino è fatto a costo zero ed è sostenuto dalla pubblicità che trova lo stampatore. Non demonizziamo però queste cose, non è sicuramente da una pubblicità su un giornalino che fa peggiorare la situazione».

Guzzetti farà comunque presente la situazione alla ditta: «Chiederemo più attenzione all’azienda che stampa il giornalino, ma è fatto a costo zero e non possiamo porre delle regole. Il Comune ha il controllo finale, ma non sulla pubblicità. Sottolineiamo che comunque è una cosa legale, è lo Stato che dovrebbe regolamentare queste cose. Siamo tutti d’accordo sul principio, è vero, ma di questa stregua cosa possiamo mettere? Qualsiasi tipo di pubblicità rischia di diventare il demonio in terra».

Sulla richiesta di aderire al Manifesto il primo cittadino analizzerà il testo: «Indicativamente sono favorevole, ma il centrosinistra non venga a farci la morale. Siamo noi che durante la “settimana della famiglia” dell’anno scorso abbiamo parlato di questa piaga. Voglio anche ricordare che siamo stati noi a decidere che, per evitare che coi soldi pubblici si andasse a giocare a videopoker, abbiamo inserito i voucher per il commercio, per fare la spesa nei negozi convenzionati». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.