L’autore della mostra “Berlusconi bambino” candidato al Parlamento

Luciano Silighini Garagnani sarà nelle liste del Popolo delle libertà alla Camera. E lui attacca la Comi: “Ha nascosto il mio nome al coordinamento regionale, dovrebbe dimettersi”

«Oggi pomeriggio nella sede regionale del partito a Milano ho firmato l’accettazione della Candidatura per la Camera dei deputati nelle file del PDL». Luciano Silighini Garagnani, Presidente del gruppo Lombardia dei Promotori della libertà, agli onori della cronaca nazionale nei giorni scorsi per aver organizzato a Saronno la mostra “Berlusconi bambino”, annuncia di essere stato inserito nelle liste del Popolo delle libertà per le prossime elezioni.

Silighini, che aveva anche raccolto 17mila firme a sostegno di questo risultato, punta il dito contro i vertici del coordinamento di Varese nella figura di Lara Comi: «Nella sede regionale PDL Sante Zuffada, (consigliere regionale e incaricato del raccogliere le accettazioni), con il mio curriculum alla mano mi ha chiesto se avessi presentato la mia candidatura anche al Provinciale di Varese perché non risultava. Immediatamente sono entrato nella stanza a fianco dal Coordinatore regionale Mario Mantovani che mi ha confermato chiaramente che la Coordinatrice Provinciale Lara Comi non gli ha assolutamente detto che  avevo intenzione di candidarmi e nemmeno ha fatto il mio nome come persona intenzionata a candidarsi nonostante da settimane lo sapesse  e mi avesse detto che avrebbe presentato la mia candidatura».

 

«Mario Mantovani è stato molto gentile, disponibile e mi ha chiesto di dargli una mano su Varese visto che serve – prosegue Silighini -. Mi ha chiesto un gesto verso il partito dando la mia disponibilità ad accettare comunque la candidatura dove servisse. Io quando mi dissi disponibile al partito proponendo la mia candidatura lo feci per puro spirito di militanza, non per avere lo stipendio statale e ho dimostrato di non aver paura di contarmi  presentando più di 10mla firme per le primarie e quasi 18mila per l’accompagnamento della mia candidatura che Lara Comi ha reso oblia davanti al Regionale. Con questo spirito ho accettato di firmare l’accettazione in bianco dando disponibilità al partito di usarmi dove serve. Questo è fare politica senza usare giochetti che giudico riprovevoli».

 

Silighini non si ferma e lancia un altro affondo alla Comi: «La direzione del PDL ha approvato un documento dove chiede di non mettere in lista parlamentari europei. Mi auguro che  qui a Varese non  si facciano eccezioni per la Comi. Se si dimette da Strasburgo al suo posto  entra la De Martini che alle ultime regionali appoggiava il candidato del PD in Liguria. Bella fine farebbe il PPE Italiano. Io fossi al Parlamento europeo li resterei e tra un anno mi ripresenterei agli elettori per vedere in quanti hanno apprezzato il mio lavoro. Mi riconterei. Sono stati tantissimi i voti con la triplice preferenza: Berlusconi-Mauro-Comi e ora che Mauro è passato con Monti sarebbe più utile al partito che la Comi stesse la e cercasse di bissare i suoi 60mila voti magari aumentandoli».

«Dopo che il Coordinatore regionale ha ammesso che lei non ha presentato la candidatura di un dirigente di un gruppo interno al suo stesso partito, un suo concittadino, senza motivo…beh..io mi dimetterei da Coordinatore provinciale – conclude Silighini -. Sarebbe un atto di serietà che io farei. Ma parlo per me. Lei non so se lo farà».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.