Paolo Roversi alla Ubik con “L’ira funesta”

Dopo il successo di "Milano Criminale" lo scrittore torna con un giallo ambientato nella bassa padana tra ironia e mistero. L'autore presenterà l'opera nella libreria bustocca

Dopo il successo del suo libro “Milano criminale” che lo ha visto debuttare con Rizzoli ed approdare in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti, Paolo Roversi torna in libreria con un nuovo giallo, “L’ira funesta” che sarà presentato alla libreria ubik di Busto Arsizio venerdì 18 gennaio alle ore 18. Il romanzo, ambientato in un piccolo paese della Bassa padana, ha come protagonista un nuovo personaggio seriale, il maresciallo Omar Valdes. “Un tipo burbero e poco ciarliero” – dice di lui l’autore – “amante della pesca al pesce siluro e con un passato oscuro alle spalle, nelle forze speciali”.

Valdes dovrà occuparsi di uno strano caso di omicidio il cui indiziato principale è il matto del paese, il Gaggina che, rimasto senza i suoi tranquillanti, in sella a un motorino scassato tenta di assaltare la stazione dei carabinieri, irrompe nel bar della locale polisportiva, picchia un vigile che vuole fargli la multa, per poi barricarsi in casa minacciando con una katana da samurai chiunque si avvicini. "L’ennesima follia del Gaggina, state tranquilli, non farebbe male a una mosca" – assicura qualcuno. Ma quando il corpo del vecchio Giuanìn Penna, appena tornato dall’America dopo trent’anni di assenza, viene trovato tra i campi, trafitto proprio da una spada, la situazione prende una brutta piega.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.