Cgil, Cisl, Uil: “Siamo a fianco dei sindaci minacciati”

La scritta contro Laura Cavallotti a Tradate viene fermamente condannata dalle organizzazioni sindacali

Il comunicato dei sindacati

A qualche giorno dalle minacce al sindaco di Brenta, Gianpietro Ballardin, una nuova intimidazione a un primo cittadino scuote la provincia di Varese.
La scritta contro il sindaco di Tradate, Laura Cavalotti, colpisce doppiamente: non si tratta soltanto di una minaccia, ma di un vero e proprio atto intimidatorio, violento e antidemocratico, siglato da una svastica.
Un’azione miserabile e vile, che giunge dopo i numerosi episodi di stampo neofascista che hanno avuto luogo recentemente nella nostra provincia.
Nel confermare il pieno sostegno e la più sentita vicinanza al sindaco Cavalotti e all’amministrazione del Comune di Tradate, CGIL CISL e UIL di Varese lanciano l’allarme contro il ripetersi di manifestazioni che palesemente violano i principi della nostra Costituzione e minacciano i valori democratici della Repubblica e del vivere collettivo. La grave crisi economica che attanaglia la nostra provincia non deve far venire meno i capisaldi della convivenza democratica, e tantomeno può in alcun modo intaccare il duro lavoro quotidiano che i rappresentanti delle istituzioni sul territorio sono chiamati a svolgere.
Le organizzazioni sindacali, in prima linea nella lotta per la tutela dell’occupazione, sono anche al fianco degli amministratori cittadini nel loro impegno in favore dei cittadini e della comunità.
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.